Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 2 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:28 - Lettori online 1122
VITTORIA - 22/12/2009
Cronache - Vittoria: il proprietario, un vittoriese, è stato denunciato dalla Guardia di finanza

8 quintali di petardi sequestrati in un deposito abusivo

Parte del materiale sequestrato era classificato dal Ministero dell’Interno come appartenente alla IV e V categoria, parametro che ne evidenzia l’alto indice di pericolosità, rispetto a quelli di "libera vendita" Foto Corrierediragusa.it

Ben otto quintali di botti illegali e, soprattutto, pericolosi, pronti per essere posti in commercio in occasione delle festività alle porte sono stati sequestrati a Vittoria dalla Guardia di finanza del comando provinciale.

Circa 72mila pezzi tra petardi, bombe pirotecniche e altri prodotti erano ammassati all’interno di un garage, adibito a deposito zeppo di materiale esplodente, parte del quale confezionato in maniera artigianale e classificato dal Ministero dell’Interno come appartenente alla IV e V categoria, parametro che ne evidenzia l´alto indice di pericolosità, rispetto a quelli di "libera vendita". In altre parole i petardi e gli altri prodotti pirotecnici scoperti e sequestrati dalla Guardia di finanza in contrada Mendolilli, a Vittoria, avrebbero anche potuto uccidere chi non fosse stato addestrato a maneggiarli con cura.

E pensare che, se non fosse stato per l’intervento dei finanzieri, i pericolosissimi petardi sarebbero stati immessi sul mercato in occasione delle festività alle porte, provocando dei potenziali morti e, comunque, dei feriti gravi. Il materiale pirotecnico individuato dalle Fiamme gialle nel Vittoriese era detenuto in maniera illecita, in assenza delle prescritte autorizzazioni. Il proprietario del garage, un vittoriese che non ha saputo giustificare il possesso di materiale talmente pericoloso e senza le necessarie autorizzazioni, è stato denunciato.

I cosiddetti "fuochi d´artificio", di considerevoli dimensioni, erano stati depositati all´interno di un garage attiguo ad altre abitazioni, senza le necessarie misure di sicurezza obbligatorie per prevenire incendi o esplosioni accidentali. L’intera zona, densamente abitata, era quindi in pericolo a causa della piccola santa barbara scoperta dai finanzieri. Le indagini proseguono per addivenire ai canali di approvvigionamento del vittoriese denunciato.