Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 18:19 - Lettori online 1108
VITTORIA - 22/11/2009
Cronache - Vittoria: è accaduto al plesso elementare Rosario del quarto circolo didattico

Genitore di un´alunna sferra un pugno in faccia alla maestra

La donna ha riportato lesioni giudicate guaribili in una ventina di giorni. Una denuncia è stata sporta alla Polizia

Il genitore di una piccola alunna sferra un pungo in faccia alla maestra di scuola elementare, provocandogli lesioni guaribili in 20 giorni. L’incredibile episodio si è registrato la scorsa settimana nel plesso elementare Rosario del quarto circolo didattico.

Pare che la maestra, molto nota e stimata in città, stesse informando pacatamente il genitore nervoso sul comportamento eccessivamente vivace della figlioletta in classe. Per tutta risposta il genitore ha piazzato un pugno in pieno viso alla malcapitata donna, caduta per terra dolorante, sotto gli sguardi allibiti dei testimoni, che l’hanno subito soccorso e condotta al pronto soccorso del «Guzzardi», mentre l’uomo continuava a sbraitare.

La maestra, dopo le cure del caso, è stata dimessa. La donna ha sporto denuncia in commissariato. Le indagini sono in corso a carico dell’aggressore. Intanto l’associazione «Il Filo di Seta», che opera in città da poco più di un anno, interviene sull’accaduto: «E’ assurdo che possano accadere episodi come questo – afferma la presidente Rosetta Perupato – in nessun caso e per nessuna ragione si possono accettare atteggiamenti e comportamenti del genere».

Altri attestati di solidarietà sono arrivate alla maestra dal sindaco Giuseppe Nicosia, dal presidente del Consiglio Luigi D´Amato, dall´assessore Giuseppe Malignaggi, dal consigliere comunale Fabio Prelati e infine dal Collegio dei docenti che si è riunito d´urgenza per stilare un documento con il quale stigmatizza il comportamento incivile di chi usa la violenza piuttosto che il dialogo. La maestra, intanto, fa sapere che darà mandato a un legale, che dovrebbe essere l´avvocato Antonella Brancaforte, per sporgere querela nei confronti del genitore aggressore che rischia una denuncia a piede libero per lesioni personali.