Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 12:30 - Lettori online 864
VITTORIA - 14/11/2007
Cronache - In manette immigrati a S. Croce e un piromane a Comiso

Raffica di arresti e denunce
nell´Ipparino

Denunciati ambulanti in possesso di merce contraffatta Foto Corrierediragusa.it

Gran lavoro della Guardia di finanza all’Emaia alla fiera Emaia. Non solo come stand espositivo, ma fra le bancarelle della fiera per rastrellare merce contraffatta, spacciatori di droga e posteggianti abusivi. E’ successo di tutto nella giornata clou della rassegna, l’11 novembre. I finanzieri hanno assediato la l’area dell’ex campo di concentramento mimetizzandosi fra la gente quali potenziali clienti.

I risultati sono stati soddisfacenti. Hanno identificato il solito posteggiatore abusivo che spillava euro ai visitatori con la scusa di custodire la macchina. Dentro le bancarelle sono state sequestrate 1040 pezzi fra dvd e cd illegalmente duplicati e privi di contrassegno Siae. I responsabili sono stati denunciati all’autorità giudiziaria.

Non sono mancati neanche i commercianti di «alta moda», i capi griffati: Cavalli, Gucci, Burbery, Louis Vuitton, Dolce e Gabbana, Fendi, Chanel e altro. Tutto falso e contraffatto, reso vero da marchi fasulli. Anche in questo caso la merce è stata sequestrata e i responsabili deferiti alla magistratura. Durante i controlli, numerosi commercianti sono stati denunciati per avere emesso lo scontrino fiscale. Infine, per quando riguarda la droga, 5 ragazzi di età fra i 16 e i 20 sono stati deferiti alla Prefettura di Ragusa in quando soggetti assuntori di hashish e marijuana.

Tre cittadini extracomunitari sono stati arrestati ed altri quattro espulsi dal territorio nazionale nell´ambito di controlli contro l´immigrazione clandestina eseguiti dai carabinieri a Santa Croce Camerina. In manette sono finiti Moussa Elgaied, di 41 anni, Mohamed Elhesini, di 44 anni, e Hammouda Ziadi, di 22 anni, tutti tunisini e senza fissa dimora. Mentre nei confronti di altri quattro e´ scattato il decreto di espulsione. I controlli hanno riguardato le contrade Malavita, Marchesa e Serramezzana. I carabinieri hanno eseguito decine di perquisizioni anche nel centro abitato, al fine di verificare la presenza di immigrati irregolari.

Nel corso del servizio, che ha visto impegnati circa 25 militari dell´arma, sono stati identificati una cinquantina di cittadini extracomunitari. Per sette di questi, privi di permesso di soggiorno, i controlli sono proseguiti in caserma.

A Comiso è stato infine ammanettato Mario Picci, vecchia conoscenza delle forze dell´ordine. E´ ritenuto essere responsabile di almeno otto incendi in danno di altrettanti cassonetti in città.