Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:23 - Lettori online 461
VITTORIA - 01/09/2009
Cronache - Vittoria: quando la gelosia sfocia nel raptus omicida. L’uomo voleva uccidere la ex moglie

Arrestati per tentato omicidio i fratelli Cassisi

Avevano esploso 8 colpi di pistola a Fanello contro l’auto dove la ex moglie del sorvegliato speciale si era appartata col nuovo compagno. La coppia è uscita illesa dall’agguato Foto Corrierediragusa.it

Quando la gelosia sfocia nel raptus omicida. Il marito possessivo non si dà pace dopo il divorzio dalla moglie e si fa aiutare dal fratello per sparare otto colpi di pistola contro l’auto dove la sua ex si era appartata con il nuovo compagno. La coppia riesce però a fuggire scampando all’agguato senza alcun danno. Sono stati identificati e arrestati dalla Polizia i due presunti autori della sparatoria di una settimana fa a Fanello.

Massimiliano e Alessandro Cassisi (da sx nella foto), di 34 e 29 anni, sorvegliati speciali di Vittoria, sono finiti in manette per tentato omicidio in concorso. I due fratelli, nella tarda serata di domenica, avrebero atteso in contrada Fanello che la ex moglie di Massimiliano, dal quale la donna si era separata da qualche anno, facesse rientro a casa con il suo attuale convivente. Alla vista dell’auto, Alessandro Cassisi avrebbe sparato con una pistola calibro 7.65, mancando il bersaglio.

L’attuale compagno dell’ex moglie di Massimiliano Cassisi, P.P. 25 anni, riconosciuto il marito geloso e il fratello, invece di affrontare i due personalmente decide di rivolgersi alla Polizia. La donna, una vittoriese di 25 anni, aveva vissuto gli ultimi anni subendo lo stalking dell’ex marito, ossessionato dalla fine del matrimonio.