Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 642
VITTORIA - 20/08/2009
Cronache - Vittoria: le manette sono scattate ad opera della Polizia ai polsi di Mahrez Brahmi

Vittoria: tunisino clandestino spaccia hashish in piazza Manin, arrestato

Sequestrate 10 stecche di sostanza stupefacente nascoste nella buca delle lettere di una casa abbandonata, e 40 euro Foto Corrierediragusa.it

Spacciava droga in piazza Manin. Per questo reato sono scattate le manette ai polsi del tunisino Mahrez Brahmi (nella foto), 27 anni. L’arresto è stato operato dagli agenti del commissariato, coordinati dal dirigente Alfonso Capraro. La Polizia ha altresì appurato che il tunisino si tratteneva in territorio italiano da clandestino, in violazione della legge Bossi – Fini.

Le mosse di Brahmi erano da tempo seguite dai poliziotti, che, l’altro giorno, hanno notato un’auto accostarsi vicino al tunisino, che, attraverso il finestrino, cedeva qualcosa al guidatore, un ragazzo di Vittoria. Quest’ultimo veniva bloccato qualche minuto dopo dagli agenti, ai quali il giovane aveva riferito d’aver acquistato dal pusher una dose di hashish pagata 10 euro. Il giovane, al quale è stata ritirata la patente di guida, è stato segnalato alla prefettura per uso personale di stupefacente.

Tornati in piazza Manin, i poliziotti rinvenivano, all’interno di una buca per le lettere di un’abitazione abbandonata, 10 stecche di hashish del peso di circa un grammo ciascuna. Il tunisino era stato notato avvicinarsi poco prima proprio a quella buca per le lettere, da dove aveva estratto la dose di droga leggera poi ceduta al ragazzo vittoriese. La sostanza stupefacente è stata sequestrata assieme ai 40 euro in banconote da 10 Brahmi teneva in tasca e che i poliziotti ritengono essere provento dell’attività di spaccio. Il tunisino clandestino è stato rinchiuso nel carcere di Ragusa.