Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 18:19 - Lettori online 736
VITTORIA - 04/08/2009
Cronache - Vittoria: allucinante vicenda di un cittadino e della sua ragazza in piazza del Popolo

Cuoco querela poliziotti, lo avrebbero picchiato

John Salvatore Cosentini riferisce d’aver subito violenze da 3 agenti. La Polizia: «Sono stati denunciati per violenza a pubblico ufficiale e per non avere esibito i documenti
Foto CorrierediRagusa.it

Un italoamericano che lavora in un ristorante di Scoglitti e che risiede a Comiso, ha presentato alla Procura della Repubblica di Ragusa una denuncia-querela nei confronti di 3 poliziotti del Commissariato di Vittoria che, a suo dire, l’avrebbero picchiato la notte del 14 giugno nel centro di Vittoria.

Nella circostanziata querela presentata da John Salvatore Cosentini (nella foto), 34 anni, nato a Belleville (Usa), si legge di soprusi verbali e fisici compiuti da due poliziotti nei suoi confronti perché avrebbe attraversato la strada alle 3 di notte senza rispettare lo stop e per avere dimenticato la patente a casa. Cosentini era in macchina con la fidanzata Virginia Rios, lasciata lì di notte dai poliziotti e successivamente rintracciata dai parenti.

Secondo la dettagliata denuncia alla Procura, i due sono stati fermati da una pattuglia di polizia nei pressi di piazza del Popolo mentre stavano rientrando a Comiso dopo aver lavorato in un ristorante di Scoglitti. Un agente ha chiesto i documenti facendo rilevare al conducente che non s’era fermato allo stop. Cosentini a quel punto ha verificato di avere dimenticato la patente a casa, ma ha garantito che nelle ore successive l’avrebbe esibita direttamente in commissariato.

Sono scattati dunque gli accertamenti via radio per circa 30 minuti. Alla fine la fidanzata di Cosentini ha chiesto spiegazioni sulla lunghezza dei tempi ma all’improvviso i due agenti hanno costretto l’uomo a mettere le mani dietro la schiena, lo hanno ammanettato condotto al commissariato e lasciata da sola in mezzo alla strada la ragazza straniera.

Cosentini riferisce di essere stato picchiato al volto e all’addome, subendo anche pesanti insulti e minacce di «sbatterlo in galera e di portarlo davanti a un giudice». I poliziotti avrebbero calmato il loro impeto solo quando hanno accertato che il cuoco italoamericano era affetto da una malattia cronica e che aveva subito di recente un intervento chirurgico, che gli agenti hanno realmente accertato dopo averlo fatto spogliare.

Solo a quel punto gli è stato consentito di chiamare i parenti, che lo hanno immediatamente trasportato al pronto soccorso dove è stato trattenuto per le cure necessarie. È finita così la vicenda allucinante di Cosentini che dopo essersi parzialmente rimesso, ha inoltrato querela contro i due agenti alla Procura della Repubblica ieri mattina.

Agli antipodi la versione ufficiale data dalla Polizia di Vittoria. «Il soggetto in questione e alcuni suoi parenti sono stati denunciati a metà giugno per non avere esibito i documenti e per violenza a pubblico ufficiale».