Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 622
VITTORIA - 30/05/2009
Cronache - Vittoria: la polizia sventa furto in una villetta di Scoglitti

Un vittoriese e due romene arrestati per tentato furto

Erano in quattro e stavano demolendo le imposte di una villa per entrare. Un uomo è riuscito a fuggire, gli altri 3 bloccati
Foto CorrierediRagusa.it

Un vittoriese e due giovanissime donne romene arrestate dalla Polizia di Vittoria mentre cercavano di introdursi in una villetta di Baia Dorica a Scoglitti. L’uomo è Giovanni Carlo Barravecchia, 40 anni (nella foto accanto), le romene sono le sorelle Alina e Liliana Lupu, 25 e 19 anni. Sono stati colti in flagranza di reato.

Il merito dell’insuccesso del furto, è di un agente di Polizia libero dal servizio. Alle 21 di venerdì ha notato in via America, contrada Baia Dorica, 4 persone dentro il cortile della villetta di proprietà di S.L. S’appostava, non perdeva di vista i 4 e chiamava rinforzi al Commissariato.

Da una distanza di circa 10-15 metri, l´agente osservava i movimenti dei quattro. Le due donne alternativamente andavano a controllare che dalla strada non sopraggiungesse nessuno, mentre i due uomini tentavano di scardinare con alcuni grossi attrezzi la porta di ingresso della villetta provocandole notevoli danni sia al portone d’ingresso che alle finestre laterali.

Appena sono arrivati gli altri agenti è scattato il blitz. Le sorelle Lupu e Barravecchia sono stati bloccati subito, il quarto, che aveva velocemente raggiunto il cancello è riucisto a fuggire grazie anche alla ricca vegetazione nella zona. Dal primo controllo effettuato dagli agenti s’è notato che oltre al tentativo di forzare la porta d’ingresso anche le finestre della villa erano danneggiate. I tre arrestati per tentato furto aggravato e favoreggiamento personale non hanno fornito indicazioni utili a rintracciare il quarto autore del reato.