Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 741
VITTORIA - 13/02/2009
Cronache - Vittoria: locali pubblici nel mirino della Polizia

Videogiochi illegali sequestrati in un locale di via Neghelli

Fra i clienti, anche una donna di oltre 60 anni. Scattate sanzioni per 13 mila euro al titolare e ai gestori delle slot machine
Foto CorrierediRagusa.it

Fra gli accaniti giocatori d’azzardo, anche una donna di oltre 60 anni. Quando la Polizia di Vittoria ha fatto irruzione dentro l’esercizio commerciale di via Neghelli, la signora stava davanti a una slot machine a tentare la fortuna e la rovina. Accanto a lei, intenti a giocare, anche due uomini gelesi.

La Polizia ha accertato che il proprietario dell’esercizio commerciale aveva installato due apparecchi cosiddetti «a led rotanti» che sono considerati completamente illeciti in quanto non è prevista alcuna licenza che ne autorizzi l’installazione. Nello stesso esercizio è stato rinvenuto anche un apparecchio elettronico tipo «slot machine» con rulli virtuali che non è conforme a quanto previsto dal testo unico delle leggi di pubblica sicurezza.

Per tutte le irregolarità riscontrate, il titolare dell’esercizio e i gestori della macchinette sono stati sanzionati per oltre 13 mila euro. I controlli predisposti dal questore Giuseppe Oddo, informa la polizia, continueranno ancora in altri esercizi commerciali di Vittoria.

Nei mesi scorsi la Polizia di Vittoria ha setacciato molti bar e esercizi commerciali scoprendo videogiochi truccati e non conformi alle norme di legge. Macchine mangiasoldi che quasi sempre rovinano finanziariamente non solo gli accaniti giocatori ma anche le loro famiglie. Una piaga sociale da cui non si riesce a tirarsi fuori e che coinvolge persone di ambo i sessi, giovani adulti e anche anziani.