Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 19 Agosto 2018 - Aggiornato alle 13:03
VITTORIA - 26/01/2018
Cronache - Lo ha deciso la Corte d’Assise di Siracusa

Omicidio Dezio: torna libero il 71enne Pepi

Imposto all’uomo l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria Foto Corrierediragusa.it

E´ tornato in libertà Gaetano Pepi, il padre 71enne di Antonino, 42 anni, Alessandro, di 39, e Marco Pepi, di 27, tutti accusati dell´omicidio del produttore agricolo vittoriese Giuseppe Dezio, 65 anni, ucciso nelle campagne del Vittoriese il 2 febbraio 2017. La decisione è stata assunta dalla Corte d´Assise di Siracusa, che, revocando i domiciliari, ha imposto all´uomo l´obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. I tre fratelli Pepi erano già stati rimessi in libertà nel maggio 2017 su decisione del tribunale della libertà di Catania. Risale invece ad un anno fa il rinvio a giudizio per il padre e i suoi tre figli per l´omicidio di Dezio, che, come si ricorderà, pare fu ucciso per una questione di confini poderali nelle campagne del Vittoriese. Sin dal primo momento si autoaccusò del delitto Gaetano Pepi, dichiarando di aver agito per difendere il figlio Alessandro.