Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 22 Agosto 2017 - Aggiornato alle 15:01 - Lettori online 835
VITTORIA - 10/08/2017
Cronache - E’ successo a Scoglitti

Carabinieri sventano la "truffa dello specchietto"

La vittima designata era originaria di Niscemi Foto Corrierediragusa.it

Credevano di farla franca raggirando un 60enne originario di Niscemi e in vacanza a Scoglitti, ma quando si sono visti piombare addosso i carabinieri, che si erano appostati per un mirato servizio di osservazione e controllo, non hanno creduto ai loro occhi: sono stati così denunciati in stato di libertà due giovani originari di Noto, entrambi 28enni, un uomo F.F., e una donna F.R., che erano in procinto di farsi consegnare del denaro contante, come presunto risarcimento per uno specchietto retrovisore che il malcapitato avrebbe urtato con la propria autovettura, danneggiandolo. Tutto è successo nella mattinata di mercoledì in piazzetta Largo Camarina quando il vacanziere, a bordo della propria autovettura, ha udito uno strano rumore, come se un sasso avesse colpito il suo veicolo. Sceso dalla vettura si è trovato davanti i due che, mostrando lo specchietto retrovisore danneggiato della loro Fiat Bravo, gli hanno chiesto del denaro contante per evitare di rivolgersi all’assicurazione, che ne avrebbe fatto sborsare certamente di più.

Nel frattempo i carabinieri, impegnati nel pattugliamento della frazione marittima, transitando, hanno notato che al loro passaggio i due giovani si erano repentinamente allontanati, cosa che ha destato un forte sospetto. I militari li hanno bloccati e identificati: è bastato il racconto del 60enne per definire la dinamica di quanto realmente accaduto. I due sono stati dunque denunciati in stato di libertà alla procura per il reato di truffa in concorso.