Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 989
VITTORIA - 18/10/2008
Cronache - Vittoria - Incendiata la casa estiva del dirigente dell’Ufficio tecnico

Atto intimidatorio contro l’architetto Nunzio Barone

E’ doloso. Ignoti hanno forzato l’ingresso e hanno appiccato le fiamme in una stanza. Il sindaco: "Siamo contro i poteri forti"
Foto CorrierediRagusa.it

L’abitazione estiva dell’architetto Nunzio Barone (nella foto) è stata oggetto di un attentato indimitatorio la notte scorsa a Scoglitti. Ignoti hanno forzato il portoncino dell’abitazione di via Venezia, non molto distante dal porto, ed hanno appiccato il fuoco dentro una stanza.

I danni sono ancora da quantificare. Il fumo che si è sprigionato dentro la stanza ha annerito le pareti e il calore delle fiamme ha probabilmente provocato danni alla struttura.

I Vigili del fuoco sono intervenuti per le operazioni di spegnimento alle 23,55. La Polizia del Commissariato ha avviato le indagini del caso, che si presentano molto delicate per il fatto che l’architetto Barone non è un cittadino qualunque; è anche il dirigente dell’Ufficio tecnico del Comune, ovvero l’ufficio che ha lavorato e sta lavorando alla realizzazione del nuovo Piano regolatore generale della città.

L’episodio ha turbato molto il professionista, il sindaco Giuseppe Nicosia e il mondo politico locale. Non è la prima volta, nella storia della città, che un assessore comunale e un dirigente dell’Urbanistica subiscano attentati del genere. Nei confronti del capo dell’ufficio tecnico sono giunti attestati di solidarietà da parte di molti esponenti politici, fra i quali quelli dell’assessore Giuseppe Piccione e dell’esperto all’Urbanistica Titta Rocca.

Dopo l´episodio, il sindaco ha dichiarato: "Il sindaco in prima persona con dichiarazioni di grande spessore:
Chi, dall’opposizione, parlava nei giorni scorsi di poteri forti, probabilmente avrà oggi la conferma che a Vittoria esistono davvero ma avrà anche la conferma che l’Amministrazione comunale di questi poteri forti è l’avversaria principale. I poteri forti hanno trovato e continueranno a trovare un forte ostacolo nell’azione di legalità amministrativa e di trasparenza che abbiamo nettamente intrapreso fin dal nostro insediamento.

Dalla legalità e dalla trasparenza, amministratori e funzionari non recederanno in alcun modo e incoraggiamo l’architetto barone a proseguire dritto per la sua strada e, soprattutto, a denunziare qualunque ipotesi o episodio intimidatorio, o qualunque pressione indebita possa essere stata effettuata sul suo ufficio, affinché le forze dell’ordine abbiano tutto il contributo possibile per far luce sull’increscioso e gravissimo episodio".

Anche il vice sindaco sindaco Gianni Caruano ha espresso solidareità: "L’architetto Barone dirige con equilibrio e responsabilità uno dei settori più sensibili del Comune di Vittoria. Vogliono impedirgli di fare bene, come sempre, il suo lavoro. Le recenti scelte della Amministrazione Comunale , del Consiglio Comunale , non saranno certamente frenate da atti di tale gravità".
Infine il Pd cittadino ha affermato che "questo è, senza dubbio, un chiaro segnale della criminalità organizzata che vuole mettere le mani anche sul piano regolatore del Comune di Vittoria>.