Euromotor
Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 30 Marzo 2017 - Aggiornato alle 22:37 - Lettori online 470
VITTORIA - 16/03/2017
Cronache - Determinante la collaborazione dei cittadini

Rapina al corriere in contrada Fanello

Solo il tempestivo intervento degli agenti ha evitato il peggio Foto Corrierediragusa.it

Due malintenzionati approfittano della distrazione di un corriere derubandolo durante una consegna, lui se ne accorge e nasce una colluttazione. Dopo la segnalazione di quanto stesse accadendo da parte dei residenti delle case popolari di contrada Fanello, interviene la polizia che ammanetta i due rapinatori. Si tratta di Giombattista Tommasi, 23 anni di Vittoria, e del ragusano 24enne Angelo Grasso, entrambi già noti per reati specifici. Quando sono arrivati i poliziotti, il corriere stava tenendo testa ai 2 rapinatori, che, vistisi scoperti, avevano tentato la fuga. Uno di loro si era nascosto in un condominio ma è stato stanato grazie alla collaborazione degli inquilini. In commissariato i due hanno ammesso le proprie responsabilità. In sede di denuncia il corriere ha raccontato che durante una consegna in contrada Fanello aveva lasciato il furgone aperto e quando aveva fatto ritorno per continuare il proprio lavoro, si era accorto della presenza all’interno del mezzo dei due giovani. L’uomo li aveva subito affrontati intimandogli di non toccare nulla e di scendere dal furgone. Ma i due rapinatori si sarebbero scagliati sul corriere che si era difeso tentando peraltro di bloccarli.

I due lo avrebbero anche minacciato di morte qualora avesse continuato a trattenerli. Solo il tempestivo intervento della polizia ha evitato il peggio, consentendo di recuperare 2 cellulari e alcuni plichi destinati a diversi cittadini di Vittoria dei quali i rapinatori si erano impossessati. Entrambi sono dunque stati rinchiusi nel carcere di Ragusa.

Nella foto il commissariato di Vittoria