Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 23 Novembre 2017 - Aggiornato alle 20:23 - Lettori online 658
VITTORIA - 13/03/2017
Cronache - I controlli delle forze dell’ordine

Arresti di polizia e carabinieri a Vittoria e Modica

Pattugliati i territori di competenza Foto Corrierediragusa.it

Arresti, denunce e sequestri nell’ambito del fine settimana appena trascorso e caratterizzato dai fitti controlli con il dispiegamento sul territorio di Vittoria di decine di pattuglie, su disposizioni del questore di Ragusa Giuseppe Gammino. L’attività preventiva di contrasto alla delinquenza è stata assicurata, oltre che dalle volanti del commissariato, anche dagli equipaggi del reparto prevenzione crimine di Catania messi a disposizione della questura di Ragusa dal dipartimento di pubblica sicurezza. Sono stati controllati 135 veicoli e 243 persone. Elevate decine di sanzioni per infrazioni al codice della strada e sequestrati tre veicoli sprovvisti di assicurazione. Un vittoriese di 33 anni già noto per vari reati è stato controllato mentre viaggiava a bordo della sua auto in compagnia di altri due soggetti. Sottoposto a perquisizione personale e del veicolo, è stato trovato in possesso di un tubo di plastica modificato a manganello che teneva nascosto a lato del sedile guidatore. Il soggetto, che si è giustificato dicendo che il manganello gli servisse per «difesa personale», è stato denunciato in stato di libertà alla procura. Un vittoriese 21enne, Luca Zarba, è stato arrestato mentre scagliava bottiglie in vetro di birra vuote contro la vetrina degli esercizi commerciali di via Cavour. Il ragazzo, evidentemente ubriaco, ha opposto resistenza, scalciando e dimenandosi, procurando ai poliziotti ferite giudicate guaribili in 10 giorni. E’ quindi scattato l’arresto per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. L’uomo è stato condotto nel carcere di Ragusa. Infine il 27enne vittoriese Salvatore Mangione, pure lui già noto per vari reati, è stato rinchiuso nel carcere di Ragusa per evasione dai domiciliari per ben 2 volte.

I CONTROLLI DEI CARABINIERI DELLA COMPAGNIA DI VITTORIA
Due persone arrestate, 11 denunciate, 3 segnalate alla prefettura di Ragusa per detenzione per uso personale di droga e 5 veicoli sequestrati. E’ l’esito dei controlli dei Carabinieri nel fine settimana appena trascorso in tutta la giurisdizione della compagnia di Vittoria, che ha organizzato perquisizioni mirate. Nello specifico ad Acate, in contrada Macconi, oggetto di diversi controlli, un tunisino di 37 anni è stato arrestato in esecuzione di una misura cautelare poiché responsabile di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, reato commesso lo scorso febbraio. A Marina di Acate i militari hanno sorpreso un tunisino di 29 anni alla guida di un motorino senza patente: il mezzo è stato sequestrato, mentre per il giovane è scattata una denuncia in stato di libertà. Un connazionale con precedenti penali di 27 anni è stato controllato mentre portava con sé un coltello di genere vietato, posto sotto sequestro. Stessa procedura per un altro soggetto. Altre tre persone, due tunisini e una rumena, sono stati denunciati per occupazione abusiva di un’abitazione della contrada marittima. A Comiso i Carabinieri hanno arrestato un 30enne del luogo, in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dal Tribunale di Ragusa: deve scontare 4 mesi di reclusione per una violenza sessuale commessa nel 2011 a Ragusa. Un 43enne di Caltagirone è stato sorpreso in possesso di quasi 15 grammi di hashish e un bilancino di precisione: l’uomo è stato denunciato, vista l’assenza di precedenti penali, mentre la droga e il restante materiale sono stati sottoposti a sequestro.

UN ARRESTO DEI CARABINIERI A MODICA
In carabinieri della compagnia di Modica hanno arrestato in piazza Matteotti un modicano di 36 anni, già noto alle forze dell´ordine, ritenuto responsabile del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Nel corso dell’operazione, infatti, i militari dell’Arma hanno notato l’uomo che, in maniera frettolosa, stava camminando per raggiungere la propria autovettura parcheggiata poco distante. I movimenti del soggetto hanno insospettito i carabinieri che lo hanno fermato per un controllo e, dopo averlo sottoposto a perquisizione personale, lo hanno trovato in possesso di una dose di cocaina e di un coltello da cucina, nascosti nel giubbotto. Successivamente, gli uomini dell’Arma hanno perquisito anche l’autovettura dell’uomo e hanno trovato altre due dosi di cocaina, dal peso complessivo di circa 3 grammi, e la somma in contanti di mille 600 euro. Al modicano sono stati dunque concessi i domiciliari.