Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 0:33 - Lettori online 1309
VITTORIA - 21/09/2008
Cronache - Vittoria - Sulla provinciale 17 al km 6. Viaggiavano su uno scooter

Riconosciuti i romeni morti sulla la Vittoria- Scoglitti

Due ragazzi di 29 e 19 anni. Sono stati riconosciuti dai rispettivi fratelli. Lavoravano presso un’azienda agricola di Vittoria Foto Corrierediragusa.it

Due romeni d´età compresa tra i 20 e i 30 anni sono morti all’alba di domenica in un incidente stradale verificatosi lungo la provinciale 17 Vittoria – Scoglitti, al km 6 (nella foto). Non avevano documenti addosso, per cui sono stati due loro fratelli a consentire il riconoscimento. I congiunti si sono presentati in caserma per fornire le generalità delle vittime.

Si tratta di Ioan Stangciu, 29 anni, e di Laurentiu Rudeanu, 19 anni. I due immigrati viaggiavano in sella ad uno scooter che all´improvviso ha invaso la carreggiata opposta andandosi a scontrare con una «Nissan Primera» con a bordo due donne, entrambe ricoverate all’ospedale «Guzzardi» di Vittoria.

Stando ai primi accertamenti effettuati dal medico legale, i due romeni, avrebbero bevuto un po´ troppo. La Station Wagon si sarebbe trovata lo scooter davanti all´improvviso e non avrebbe avuto neanche il tempo di frenare. L´impatto è stato tanto violento quanto inevitabile. I due sventurati sono morti sul colpo per sfondamento del cranio e varie ferite. L´autopsia, comunque, fornirà ulteriori particolari sulle cause del decesso.

Le donne hanno invece riportato alcune contusioni e ferite guaribili in 8 e 10 giorni. I due mezzi sono stati sequestrati. I rilievi di rito sono stati effettuati dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile. I vigili del fuoco hanno estratto le due donne dalle lamiere contorte dell’utilitaria e sgomberato l’arteria dai rottami.

(Foto Franco Assenza)