Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:06 - Lettori online 933
VITTORIA - 07/09/2016
Cronache - Si tratta di un 30enne di Grammichele

Truffatore di "Badoo" inganna una donna per amore

L’uomo è stato rintracciato tramite il numero di cellulare Foto Corrierediragusa.it

Tramite il sito internet di incontri "Badoo" un truffatore non si era fatto scrupoli di illudere una giovane donna in inferiorità psichica con l´amore eterno, sottraendole invece i gioielli dopo averne carpito la fiducia. E´ stata la stessa vittima a raccontare i fatti in commissariato. E così i poliziotti hanno messo "il sale sulla coda" di un 30enne originario di Grammichele, denunciandolo per truffa. La proposta truffaldina dell´uomo era consistita nel far stipulare alla vittima una polizza assicurativa, facendole impegnare i gioielli per un periodo di tempo prestabilito e ottenendo in cambio, attraverso un calcolo della valutazione del valore dell’oro, un assegno mensile pari alla durata del contratto. La donna, ritenendo la proposta allettante, aveva accettato e nel corso di un incontro con il truffatore gli aveva consegnato i propri gioielli in oro del peso complessivo di 110 grammi, ricevendo come attestazione della presa in carico dei preziosi, un foglio firmato dall’uomo dove erano indicati in dettaglio gli oggetti presi in pegno, nonché il valore del rateo che doveva essere corrisposto ogni mese a partire da maggio 2016, per la durata di sei mesi, tramite vaglia postale alla diretta interessata.

L’uomo, tuttavia, dopo pochi giorni aveva ricontattato la vittima, riferendole che una delle collane date in pegno non era stata valutata come oro 18 carati e per potere raggiungere la cifra stabilita, doveva dargli qualche altro oggetto in oro. L’ignara vittima, continuando a fidarsi, si era di nuovo incontrata con il truffatore, consegnandogli un orologio con la cassa in oro e zaffiri, ed un paio di orecchini in oro bianco, concordando di rivedersi a breve per l’aggiornamento del contratto. Dopo quest’ultimo incontro, l’uomo si è reso irreperibile.

Solo allora, la vittima, che ha una invalidità psichica riconosciuta dell’80% dovuta ad una sindrome affettiva bipolare, di cui aveva messo al corrente il truffatore senza scrupoli sin dall’inizio del rapporto, si è resa conto di essere stata truffata. Le indagini della polizia di Vittoria si sono protratte per diverse settimane, e hanno consentito di risalire, tramite il numero di telefono, al suo effettivo utilizzatore, che risultava essere un uomo residente a Grammichele. Gli agenti lo hanno individuato e hanno constatato che le fattezze fisiche corrispondevano a quelle fornite dalla vittima, che lo ha successivamente riconosciuto. Il 30enne è stato dunque denunciato alla procura per il reato di sostituzione di persona e truffa aggravata dall’avere approfittato delle condizioni di minorità psichica della vittima.