Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 859
VITTORIA - 31/01/2016
Cronache - Il vittoriese aveva appena smontato dal turno di lavoro

Celebrati i funerali di Lirio Caracozzo

A chiamare i soccorsi il figlio che lavorava con lui e che lo seguiva in auto
Foto CorrierediRagusa.it

Sono stati celebrati nella chiesa evangelica "La parola della grazia" da padre Vittorio Stallone i funerali del 41enne di Vittoria Lirio Caracozzo (foto), morto venerdì scorso nello schianto fatale con la sua moto poco prima delle 19 sulla Vittoria – Scoglitti, arteria molto trafficata e tristemente nota come «strada della morte» per via dei numerosi incidenti mortali di cui è stata teatro, compreso quello che ha causato la morte sul colpo dello sfortunato motociclista. L’uomo, sposato, padre di 2 figli, lavorava in una stazione di servizio ubicata lungo l’arteria. Quella fatale sera aveva appena smontato dal lavoro e stava viaggiando in sella alla sua moto per tornare a casa quando, per cause da accertare, ne ha perso il controllo, finendo fuori strada e impattando contro un palo della pubblica illuminazione. Inutili i soccorsi giunti in maniera tempestiva dopo l’allarme lanciato da uno dei figli che lavorava con lui e che lo stava seguendo al volante della sua auto. Pare che l’uomo indossasse il casco protettivo che tuttavia non è stato sufficienti a salvargli la vita. L’uomo, nato da emigrati siciliani in Germania, da tempo era tornato a Vittoria dove era conosciuto per essere un gran lavoratore e appassionato di moto.