Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 12:04 - Lettori online 926
VITTORIA - 02/11/2015
Cronache - Operazione antidroga della squadra mobile e del commissariato con unità cinofile

VIDEO Voleva ingoiare la cocaina

Un poliziotto ha di fatto salvato la vita al vittoriese facendogli sputare la droga prima di arrestarlo Foto Corrierediragusa.it

Si è concluso con l’arresto del gestore per detenzione di cocaina ai fini dello spaccio il blitz degli uomini della squadra mobile di Ragusa e del commissariato di Vittoria nella sala giochi «Royal Club». Le manette sono scattate per il vittoriese Claudio Cicciarella, 50 anni (vedere video).


Claudio Cicciarella, per evitare l’arresto, si era precipitato nel suo ufficio e stava per ingoiare una bustina piena di cocaina: un gesto che gli sarebbe risultato fatale. Per fortuna un agente della mobile ha di fatto salvato la vita a Cicciarella afferrandolo repentinamente per la gola e facendogli sputare la busta contenente 10 grammi di droga. Fondamentale per la buona riuscita dell’operazione antidroga il fiuto infallibile dei cani “Lery” e “Aly”, che, durante il controllo tra videogiochi e tavoli da poker, puntavano sempre a salire al primo piano dove in un ufficio è stata in effetti trovata la cocaina. Rinvenuti pure un bilancino di precisione e materiale per il confezionamento delle dosi, nonchè 750 euro ritenuti essere dagli investigatori provento dell’attività di spaccio. Cicciarella, il giorno dell’omicidio del boss calabrese Michele Brandimarte avvenuto lo scorso dicembre nel centro storico di Vittoria, era stato visto parlare con l’assassino (che poi si costituì a Gioia Tauro) e, poco prima, nei pressi della sua sala giochi, anche con il defunto 53enne calabrese prima che a quest’ultimo il killer gli scaricasse addosso un intero caricatore in mezzo alla gente che passeggiava nei pressi di via Cavour. A questo proposito le indagini proseguono per accertare eventuali legami in affari tra il boss assassinato e lo stesso Cicciarella nell’ambito del business della droga nell’ipparino e non solo. Non a caso Claudio Cicciarella, stando a quanto reso noto dalla polizia, è un pluripregiudicato anche per episodi mafiosi verificatisi nel Vittoriese. Il suo arresto si inquadra nell’intensificazione dei servizi di controllo del territorio da parte della polizia su direttive del questore di Ragusa Giuseppe Gammino.