Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 744
VITTORIA - 30/10/2015
Cronache - Episodio denunciato alla polizia locale

Eco compattatore danneggiato dai vandali a Vittoria

L’assessore Cavallo: "Non ci lasciamo intimidire" Foto Corrierediragusa.it

L’eco compattatore di via Como nel centro della città è fuori uso da un paio di giorni perché è stato danneggiato dai vandali. I fatti sono stati denunciati alla polizia locale, che ha già effettuato un sopralluogo. «Qualcuno ha preso di mira la macchina per la raccolta di bottiglie e tappi di plastica, lattine di alluminio, flaconi di detersivi e shampoo – denuncia Antonino Baldanza, presidente dell’associazione Movimento azzurro, partner dell’amministrazione comunale nel progetto «Felice di buttarmi» - e sta facendo di tutto per metterla fuori uso. Ogni mattina e durante la giornata troviamo l’eco-compattatore pieno di immondizia. Come se non bastasse, è stata inserita nella macchina della breccia impastata a colla, e tutte le fessure sono state riempite di colla. Inoltre, qualcuno con un pennarello ha scritto «Guasta» sull’apparecchio ed ha asportato gli adesivi esplicativi. Abbiamo dovuto cambiare diverse volte la stampante che si trova all´interno dell´eco perché era piena di colla. Chiedo scusa alla cittadinanza in quanto negli ultimi due giorni la macchina è stata fuori servizio, e colgo l’occasione per invitare gli utenti a non lasciare i rifiuti che non possono essere conferiti nell’eco-compattatore all´interno delle coperture degli apparecchi».

«Ancora una volta – dichiara l’assessore Filippo Cavallo – dobbiamo fare i conti con i vandali, che con la loro furia devastatrice creano danni e disservizi alla città. Ma la loro azione non fermerà il percorso virtuoso avviato dall’amministrazione comunale».


sabotaggio o malfunzionamento
26/11/2015 | 11.42.37
tony

Secondo me piu´ che averlo sabotato e´ gia´ di suo mal funzionante o quanto meno con difetti di progettazione ed anche le spiegazioni sono molto sommarie e scritte cosi´ piccole che chi lo usa per la prima volta...non e´ difficile incepparlo sbagliando qualcosa, quindi incepparto e non sabotato.La prima volta che
l´ho usato era gia´ inceppato, e parlando con altri la cosa capita spesso.Questo non si chiama sabotare , ma difetto di progettazione. Infatti anche se non funziona la gente porta sacchi pieni, questo significa che fortunatamente ci siamo una buona parte di cittadini pronti per questo tipo di raccolta, e con idee green e non per lo scontrino che rilascia... visto che e´ una presa in giro.
Infatti meno green e´ la loro visione di chi ha ideato questa soluzione buona a meta´, la prima meta´ va ok raccolta , la seconda lo scontrino che ti da un buono per una ulteriore spesa e´ un inno contrario alla visione green e un inno al consumismo , dovete spendere,
dovrebbero semplicemente pagare una cifra seppur inferiore che si converte in denaro contante e reale affinche´ diventi una idea green a 360° , magari
con la cifra raggiunta ci si riduce da soli la tassa sui rifiuti, che e´ 100 volte meglio di avere uno sconto
per un caffe´ , un kg di pasticcini o per qualsiasi altra spesa per molti ritenuta inutile ed un ulteriore
spreco.Non tutti siamo benestanti e senza problemi economici, pure avendo idee green.