Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 767
VITTORIA - 12/10/2015
Cronache - Le decisioni del riesame dopo il ricorso degli avvocati difensori

Operazione "Box": è tornato libero Giovanni Consalvo

Annullata anche l’aggravante del metodo mafioso Foto Corrierediragusa.it

A seguito del ricorso presentato dagli avvocati difensori, Giuseppe Di Stefano per Giacomo e Michael Consalvo, Saverio La Grua e Alessandro Agnello per Giovanni Consalvo, il Tribunale del Riesame della Libertà di Catania ha modificato la posizione dei 3 arrestati lo scorso 21 settembre dalla polizia di Ragusa e Catania per associazione a delinquere di stampo mafioso nell’ambito dell’operazione «Box» relativa alla produzione, commercializzazione di cassette per prodotti ortofrutticoli con presunto monopolio al mercato ortofrutticolo di Fanello a Vittoria. Il Riesame ha deciso che Giacomo Consalvo resta in carcere. Il figlio Michael, 26 anni, va agli arresti domiciliari, mentre l’altro figlio maggiore Giovanni, 35 anni, viene scarcerato e rimesso in libertà per carenza dei gravi indizi di colpevolezza. Il Tribunale del Riesame, accogliendo parzialmente il ricorso presentato dal penalista Giuseppe Di Stefano, ha anche annullato per il padre Giacomo e per il figlio Michael l’aggravante del metodo mafioso previsto dall’articolo 7 della legge 203 del 1991.