Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 1028
VITTORIA - 01/10/2015
Cronache - L’aggressore è stato arrestato dalla polizia

Botte da orbi con rapina finale tra 2 tunisini

Il 30enne è stato rinchiuso nel carcere di Ragusa Foto Corrierediragusa.it

Botte da orbi con rapina finale tra 2 tunisini in piena notte. Mohamed Hedi Baazaoui, tunisino di 30 anni (foto) in preda ai fumi dell’alcool era rientrato in casa di un connazionale di 37 anni, bracciante agricolo che lo ospitava in un appartamento sito in via Fratelli Di Dio a Scoglitti. Il 30enne ubriaco ha colpito il connazionale con un pugno al volto, poi ha preso un bastone e ha cominciato a picchiarlo alle gambe. Poi ha impugnato un coltello da cucina che era appoggiato al tavolo e lo ha brandito a pochi centimetri dal viso della vittima, che, nel tentativo di pararsi da un fendente, è stato comunque ferito alle braccia. «Dammi i soldi perché devo bere birra altrimenti ti ammazzo» avrebbe urlato il tunisino. A queste parole la vittima si è data a precipitosa fuga riuscendo ad uscire di casa e recarsi in casa di alcuni vicini da cui ha telefonato alla polizia.

Dopo essere stato individuato, l´aggressore ha tentato di fuggire per i campi ma è stato subito acciuffato dai poliziotti. Il tunisino è stato dunque arrestato per tentata rapina aggravata dall’uso delle armi e per le lesioni personali provocate al connazionale che ha riportato ferite da taglio al braccio sinistro e gomito destro. L´uomo è stato rinchiuso nel carcere di Ragusa.