Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:02 - Lettori online 996
VITTORIA - 25/08/2015
Cronache - Scene da film in via Principe Umberto

Coltellata per un parcheggio a Vittoria

L’aggressore è stato denunciato dalla polizia mentre l’aggredito se l’è cavata con una prognosi di 6 giorni Foto Corrierediragusa.it

Una coltellata netta al collo per un parcheggio. Scene da un «Un giorno di ordinaria follia» quelle viste in via Principe Umberto a Vittoria e che hanno visto suo malgrado vittima un vittoriese di 37 anni. Quest’ultimo, mentre stava parcheggiando la propria auto, si è sentito richiamare da un 65enne, pure lui di Vittoria, che, dal vicino marciapiede, gli intimava con tono arrogante e minaccioso che lì non si poteva parcheggiare. Considerato che il guidatore dell’auto non vedeva nessun divieto, ha chiesto all’uomo il motivo della sua richiesta e quest’ultimo gli ha risposto che il parcheggio era destinato alla figlia che sarebbe arrivata tra poco. Per risultare più convincente, il 65enne aveva pure scagliato un pugno sul lunotto posteriore dell’auto, inducendo il conducente del veicolo a scendere. A questo punto il 65enne ha estratto dalla tasca un coltello con lama di circa 20 centimetri del tipo usato per gli innesti in agricoltura, puntandolo al fianco del 37enne, che, resosi conto che l’uomo non ci doveva poi stare tanto con la testa, era risalito in auto per allontanarsi. Ma l’aggressore, invece di lasciarlo andare, si è diretto verso il finestrino brandendo il coltello e intimando al guidatore di lasciarlo salire a bordo perché lo doveva portare in un posto isolato per fargli capire che non scherzava. Contemporaneamente l’uomo ha scagliato un fendente allungando il braccio destro nell’abitacolo e colpendo il guidatore al collo. Intanto era arrivata la figlia dell’aggressore, che, resasi conto di quanto fosse accaduto, ha cercato di riportare il padre alla ragione. Nel frattempo la vittima è riuscita ad allontanarsi e a raggiungere il pronto soccorso per farsi medicare la ferita superficiale da taglio al collo con prognosi di sei giorni.

La polizia del commissariato di Vittoria, nel frattempo allertata, ha quindi identificato l’aggressore, D.F.S., già noto per reati contro la persona, a carico del quale è scattata la denuncia per lesioni personali aggravate, minacce e porto abusivo del coltello fuori dalla propria abitazione.