Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 18:26 - Lettori online 860
VITTORIA - 18/08/2015
Cronache - Alla donna sono stati concessi i domiciliari

Eroina pura nascosta nel retto: arrestata

Le indagini proseguono per individuare eventuali complici ed i canali di approvigionamento Foto Corrierediragusa.it

Di solito i cosiddetti «muli della droga» così definiti perché trasportano lo stupefacente all’interno del proprio corpo, rischiando pure la vita, sono di sesso maschile. Stavolta però nella rete dei carabinieri è finita una donna, peraltro non giovanissima. E’ la prima volta nel territorio ibleo che viene scovato un corriere della droga di sesso femminile che la trasporta nel proprio corpo. E’ proprio quanto accertato dai militari che hanno ammanettato una tunisina di 52 anni, Nabiha Baldi. La donna è stata arrestata a Vittoria perché trasportava oltre 70 grammi di eroina pura in due ovuli (foto) nascosti nel retto. La tunisina è stata posta ai domiciliari con l’accusa di detenzione e trasporto di droga. La donna era stata fermata in piazza Nenni non appena scesa da un autobus proveniente dal centro Italia. Una prima perquisizione personale aveva dato esito negativo ma il comportamento nervoso ed agitato della 52enne aveva insospettito i militari. La presenza della droga nel suo corpo è stata quindi accertata durante i controlli all’ospedale «Guzzardi».

Le indagini proseguono per individuare eventuali complici, nonché il canale di approvvigionamento e la destinazione della droga, che, una volta tagliata, avrebbe fruttato un guadagno di svariate migliaia di euro. L’eroina sequestrata è stata dunque inviata all’Asp 7 di Ragusa per stabilirne il principio attivo e le dosi che se ne sarebbero potuti ricavare.