Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 2 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 523
VITTORIA - 20/02/2015
Cronache - La polizia ha denunciato un rumeno

Banconote da 100 euro false a Vittoria

In giro anche banconote fasulle di tagli inferiori Foto Corrierediragusa.it

Banconote da 100 euro false in circolazione nel Vittoriese. La polizia, grazie alla segnalazione di una cassiera, ha rintracciato l’uomo che ha tentato di spacciare la banconota e lo ha denunciato all’autorità giudiziaria. Si tratta di un rumeno di 31 anni, il quale si è presentato in un supermercato di periferia cercando di pagare la spesa di 35 euro con la banconota da 100. La cassiera prima di incassare e dare il resto, ha effettuato il controllo sommario dei soldi e si è rifiutata di accettarla perché non convinta del tutto. Il rumeno a quel punto ha saldato il conto con altre banconote. Della circostanza è venuta a conoscenza la polizia, che ha rintracciato il rumeno che è stato denunciato per spendita di monete false. La banconota è stata invece inviata alla filiale della Banca d’Italia di Ragusa per più approfonditi controlli. L’attività di polizia prosegue per accertare i canali di approvvigionamento delle banconote false che, in genere provengono da Napoli. Precedenti indagini, infatti, hanno dimostrato come presso il capoluogo campano, senza particolari difficoltà possono essere acquistati, presso soggetti dediti a tali traffici, stock di banconote del valore nominale di 5 mila euro che, a seconda della qualità, ossia di quanto si avvicinano alle banconote autentiche, variano secondo tre fasce di prezzo.

La polizia invita la cittadinanza a prestare particolare attenzione quando riceve, durante le transazioni economiche, banconote non solo da 100 e 50 euro, che in genere per il taglio medio alto già alzano il livello di guardia e di controllo, ma anche le banconote da 20 e 10 euro, che in genere vengono accettate con particolare disinvoltura ma che parimenti sono falsificate dalle malavita.