Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:15 - Lettori online 1046
VITTORIA - 22/12/2014
Cronache - I malviventi sono stati subito assicurati alla giustizia

Ladri arrestati a Vittoria e Modica

A Modica i topi d’appartamento avevano agito con i proprietari in casa che non si erano accorti di nulla Foto Corrierediragusa.it

«Topo d’appartamento» con tanto di «palo» minorenne. E’ quanto scoperto da polizia e carabinieri a Vittoria. I ladri avevano preso di mira un appartamento di via Ruggero Settimo. Le manette sono scattate per Francesco Campione, 39 anni, di Vittoria, sorvegliato speciale. Il ladro aveva tentato la fuga dopo essersi lanciato in strada dal balcone al primo piano dell’abitazione svaligiata. E’ stato ammanettato dopo aver opposto resistenza. Nella borsa che portava a tracollo c’erano un notebook, gioielli, un telefono cellulare, un portafogli con effetti personali, un carnet di assegni, vari documenti, una carta bancomat e 40 euro circa. La refurtiva, del valore di alcune decine di migliaia di euro, è stata restituita al proprietario, contento di averla recuperata anche per il valore affettivo, oltre che economico, rivestito dagli oggetti (foto). Le manette sono scattate anche per il complice di 16 anni del ladro.

Un altro ladro in abitazione è stato arrestato dalla polizia a Modica. Si tratta di Aziz Anis Zaouli, sorpreso a rubare in un appartamento del centro storico. Anche in questo caso non è cambiato il modus operandi: mentre il ladro svaligiava la casa, il complice faceva da palo. Quest’ultimo, alla vista degli agenti, è riuscito a fuggire. Zaouli è stato invece bloccato e ammanettato dopo aver opposto resistenza. Il ladro si era introdotto nell’abitazione mentre gli inquilini dormivano e non si erano accorti di nulla. La refurtiva consisteva in capi d’abbigliamento tutti restituiti ai proprietari.