Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:08 - Lettori online 1257
VITTORIA - 13/12/2014
Cronache - La Cassazione ha rigettato il ricorso della difesa

Condanna a 12 anni per un avvocato

Un omicidio che 4 anni fa destò molta attenzione per le modalità di esecuzione Foto Corrierediragusa.it

L’avvocato Francesco Scribano (foto), 39 anni, deve scontare in carcere 12 anni di reclusione. Nel mese di dicembre del 2010 uccise con una pistola calibro 7,65 Giuseppe Licitra, suo cliente, che gli chiedeva con toni minacciosi più impegno nella causa di separazione dalla moglie. Il legale è stato prelevato dagli inquirenti sotto casa e condotto in carcere a Ragusa. La Cassazione ha rigettato il ricorso della difesa confermando la sentenza della Procura generale presso la Corte d’Appello di Catania. Un omicidio che 4 anni fa destò molta attenzione per le modalità di esecuzione. La morte di Giuseppe Licitra, titolare di una radio privata a Vittoria, sembro inizialmente accidentale: prima un incidente d’auto, poi un malore dentro l’auto in contrada Giardinello, dove è stata ritrovata l’auto. Il personale delle pompe funebri mentre spogliavano il cadavere si accorsero dei fori d’arma da fuoco all’addome di Licitra e diedero l’allarme in Procura.

Le indagini portarono all’avvocato Scribano, legale della vittima nella causa di separazione dalla moglie. Il colpevole confessò durante l’interrogatorio dopo essere stato fermato come indiziato di delitto. Adesso la decisione della Suprema Corte che apre le porte del carcere all’avvocato il quale dovrà scontare 12 anni di pena.