Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:29 - Lettori online 1239
VITTORIA - 26/10/2014
Cronache - Il fratello 24enne della vittima è rimasto illeso. Ferito il passeggero che viaggiava con lui

Due fratelli alla guida, uno muore

Lo scontro frontale ai confini tra i territori di Caltagirone e Vittoria. E’ intervenuta la Polstrada per i rilievi Foto Corrierediragusa.it

Un destino tragicamente beffardo quello di due fratelli vittoriesi di 41 e 24 anni, entrambi imprenditori agricoli: i due, mentre viaggiavano in direzioni opposte ieri mattina uno alla guida di un autocarro Iveco bianco e l´altro al volante di un fuoristrada Mitsubishi nero, si sono all´improvviso scontrati frontalmente, per una drammatica coincidenza, poco dopo le 6 del mattino, ai confini tra Caltagirone e Vittoria. Uno dei due, quello alla guida del suv, Vincenzo Iemolo (nella foto con i 2 mezzi incidentati dopo il tremendo impatto), 41 anni, è deceduto nel tremendo scontro frontale verificatosi all’imbocco di una curva lungo la statale 514 Ragusa – Catania, come accennato ai confini tra il territorio etneo e quello ibleo, tra Caltagirone e Licodia Eubea, dove il deceduto era diretto. Pare sia stato proprio il 41enne al volante del fuoristrada, forse a causa di un colpo di sonno o di una manovra errata, ad invadere la corsia opposta in piena curva proprio mentre sopraggiungeva l´autocarro alla guida del quale vi era il fratello e un altro passeggero. I due conducenti non hanno potuto fare nulla per evitare il fatale impatto.

Mentre il 41enne è deceduto prima dell’arrivo dei soccorsi, il fratello 24enne C.I. è rimasto praticamente illeso, anche se in stato di shock. Ferite varie ha riportato invece il marocchino che sedeva sul lato passeggero, il 40enne C.B., ricoverato al «Guzzardi» per politraumi con prognosi di 40 giorni. I due fratelli, che facevano parte del medesimo nucleo familiare, erano entrambi imprenditori agricoli, e, per un tragico scherzo del destino, tutti e due erano in viaggio in direzioni opposte in questa domenica di fine ottobre: uno stava andando nel Catanese, l’altro stava ritornando a casa ed entrambi si sono scontrati frontalmente.

I rilievi sono stati effettuati dalla Polizia stradale che dovrà accertare anche l’esatta dinamica. La strada è stata chiusa al traffico veicolare che ha subito rallentamenti mentre i due autoarticolati sono stati posti sotto sequestro.