Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 1130
VITTORIA - 23/09/2014
Cronache - Era colpito da mandato di arresto europeo per tentato omicidio

Pericoloso polacco arrestato a Vittoria

E’ stata la polizia ad ammanettarlo Foto Corrierediragusa.it

E’ stato grazie alla preziosa sinergia determinatasi tra la Polizia di Vittoria e quella Polacca, che aveva avuto notizie della presenza del ricercato in questa zona, col coordinamento della Direzione Centrale della Polizia Criminale ed in particolare del Servizio di Cooperazione Internazionale di Polizia del Ministero dell’Interno, che nell’arco di una settimana, dopo approfondita attività di tipo info-investigativo, si è riusciti ad individuare un pericoloso pregiudicato condannato dal Tribunale della Corte Regionale di Zamosc (Polonia) per il reato di tentato omicidio commesso nell’aprile del 2012 in una cittadina polacca a seguito di una violenta rissa cui parteciparono diversi soggetti.

Per tale reato Jacek Pawel Tulej (foto), 29enne nato a Tomaszow Lubelski, è stato condannato a due anni di reclusione che deve ancora scontare ed essendo irreperibile le autorità nazionali polacche hanno diramato un Mandato di Arresto Europeo.

Evidentemente ben conscio della pendenza a suo carico, Tulej si è abilmente nascosto nel territorio vittoriese, non fissando mai fissa residenza o dimora, sino a quando non è stato individuato dalla polizia di Vittoria, aiutata dalle fotografie fatte pervenire dai colleghi polacchi.
Ieri diverse pattuglie sono state ad attenderlo nei pressi della sua ultima dimora. Lo hanno visto sopraggiungere, quest’ultimo accortosi degli agenti si è barricato in casa.

E’ stato necessario abbattere la porta e ricercarlo per tutta la casa visto che si era nascosto in un anfratto della stanza da bagno. Poi l’ennesimo tentativo di fuga immediatamente sedato dagli Agenti.
Il polacco è stato condotto presso il Commissariato di Pubblica Sicurezza di Vittoria dove dopo gli accertamenti di rito ed i necessari collegamenti con gli organismi centrali e periferici italiani e di Polonia, è stato arrestato e trasferito presso la casa Circondariale di Ragusa a disposizione della Corte di Appello di Catania.