Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:03 - Lettori online 1018
VITTORIA - 23/08/2014
Cronache - Incredibile furto nelle campagne ipparine

Ruba un secolare albero: denunciato

L’accusa è di furto pluriaggravato poiché è stata usata violenza sulla cosa Foto Corrierediragusa.it

Se si ruba un albero di carrubo secolare alto sei metri per un metro di circonferenza del tronco, nulla può essere impedito ai ladri. Teatro dell’incredibile furto, il Centro sportivo polivalente (sulla carta) Monte Calvo. Nei fatti il centro è solo un luogo di saccheggio di vandali e ladri. La Polizia di Vittoria ha scoperto il furto e denunciato il presunto autore: C.F., 32 anni, vittoriese il quale, utilizzando un escavatore, è entrato nell’area pubblica di Monte Calvo, ha potato l’albero per facilitarne l’attecchimento, e se l’è portato nel suo giardino sito in contrada Bosco Rinelli. La Volante nel giro di perlustrazione ha notato prima il cancello d’ingresso alla struttura aperto col lucchetto tranciato. Una volta dentro i poliziotti hanno visto una grande quantità di fronde d’albero di carrubo sparse a terra ed un’enorme buca con terreno ancora umido dalla quale evidentemente era stato estirpato l’albero. Dall’accurata ispezione dei luoghi gli agenti hanno notato che dalla buca partivano le tracce dei cingoli di un mezzo pesante tipo escavatore che seguite portavano dritte ad una proprietà privata sita in contrada Bosco Rinelli in comune di Acate.

Il proprietario del terreno dove è stato trovato l’albero ha dichiarato agli agenti che in prima mattinata transitando per Monte Calvo, dentro la struttura di proprietà comunale, aveva notato due individui intenti a tagliare l’albero. Preso da compassione li aveva esortati a lasciare vivere l’albero e si era offerto di prenderselo in carico e curarlo, portandoselo però in casa propria, richiesta accettata dagli ignoti taglialegna. Così subito dopo ricercava un grosso escavatore ad Acate e con dei mezzi pesanti faceva espiantare l’albero che insisteva sul suolo pubblico e lo trasportava all’interno del suo giardino sistemandolo in bella mostra.

C. F. è stato denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ragusa per il reato di furto pluriaggravato poiché è stata usata violenza sulla cosa ed è avvenuto su stabilimento pubblico. L’albero è stato posto sotto sequestro.