Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:40 - Lettori online 1471
VITTORIA - 11/08/2014
Cronache - Deprecabile azione violenta sabato pomeriggio nei pressi dei locali ex Amiu

Non trova lavoro e aggredisce persona

Un uomo, che è già stato individuato dai Carabinieri, ha colpito con schiaffi e pugni uno dei responsabili Sap, che si è fatto refertare in ospedale. L’assessore Dezio invita la classe politica ad abbassare i toni del dibattito per non alimentare odio e violenza Foto Corrierediragusa.it

C’è la disperazione per un posto di lavoro anche occasionale dietro l’aggressione di un ex dipendente dell’Amiu nei confronti di uno dei responsabili della Sap Carmelo Mancuso. Il fatto, increscioso e condannabile, si è verificato nei pressi dell’ex Amiu, oggi Sap. Secondo quanto trapelato da alcune indiscrezioni, un uomo si è avvicinato a Carmelo Mancuso al quale avrebbe chiesto esplicitamente di voler lavorare come stagionale, come uno dei tanti stagionali che trovano occupazione nell’azienda che cura il servizio di raccolta dei rifiuti. Al diniego del responsabile sarebbe nato prima un alterco verbale e subito dopo l’aggressione con schiaffi e pugni. Mancuso è stato refertato in ospedale per le escoriazioni riportate.

Immediata la reazione del sindaco Giuseppe Nicosia e dell’assessore ai Lavori pubblici Angelo Dezio (da sx nella foto): Entrambi hanno espresso solidarietà al dipendente della Sap Carmelo Mancuso, che sabato è stato aggredito da un uomo che è già stato individuato dai carabinieri.

«L’episodio di sabato - ha dichiarato Nicosia – è espressione di una violenza ingiustificata che va respinta e combattuta da tutti. Siamo al fianco del dipendente Sap che, tra l’altro, è un esempio di abnegazione e di lavoro serio e duro e che sta dirigendo i lavori della società dopo essere stato nell’ultimo anno alla guida dell’Amiu in modo egregio e con grande sacrificio personale. Questi gesti non possono che trovare la risposta dura delle istituzioni e delle forze dell’ordine».

«Nell’esprimere la mia solidarietà a Carmelo Mancuso – ha aggiunto Dezio - condanno fermamente questo episodio e invito i rappresentanti politici ad abbassare i toni del dibattito, evitando di alimentare odio e di soffiare sul fuoco delle polemiche. Questo clima avvelenato finisce per colpire chi lavora dalla mattina alla sera cercando di trovare soluzioni per la città».