Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 567
VITTORIA - 04/06/2008
Cronache - Vittoria ? Atti osceni in luogo pubblico alla Villa comunale

Nicosia chiede la sospensione e il licenziamento dell´onanista

La Polizia municipale ha colto il dipendente comunale
in «flagranza di masturbazione» in presenza di una scolaresca
Foto Corrierediragusa.it

La Polizia municipale lo ha trovato con la cerniera dei pantaloni abbassata, intento a praticare una disinibita masturbazione sotto gli alberi della villa comunale, vicino alla scultura del cavallo ipparino, ben visibile agli occhi di una scolaresca, maschi e femmine, appena uscita dalla scuola. Dentro il marsupio aveva anche delle pillole di viagra per dare più vigore all´azione. Il caldo, quantunque non molto eccessivo, e qualche precoce sbandata di testa, giocano brutti scherzi anche a persone tutt’altro che anziane!

La «performance» onanistica è stata commessa da G.D.P., 51 anni, sposato e padre di due figli, nativo di Comiso, dipendente del Comune di Vittoria all´ufficio manutenzioni. Colto in flagranza di reato, ovvero nell’esercizio dell’autoerotismo, che il codice penale definisce «atto osceno in luogo pubblico» se consumato al cospetto d’altra gente, è stato denunciato all’autorità giudiziaria dagli agenti di pg della polizia municipale coordinati dal comandante Giuseppe Piccione.

E’ stata una telefonata giunta al comando di contrada Fanello, a mettere i vigili in movimento. L’episodio s’è verificato prima di mezzogiorno. A quell’ora i giardini comunali sono frequentati da una moltitudine di gente. Anziani, donne che portano i bambini a spasso, coppiette di innamorati che cercano intimità fra le siepi della villa, e scolaresche a passeggio con e senza insegnanti al seguito. A quell’ora e in quel posto, l’esuberante signore di mezza età aveva deciso di abbandonarsi all’autarchia sessuale.

E non immaginava che quello «spettacolo» offerto ai passanti all’aperto potesse finire in una relazione ?denuncia a piede libero sopra un tavolo della Procura della Repubblica del Tribunale di Ragusa.

Il dipendente, adesso, rischia di perdere anche il posto di lavoro, perché il sindaco Giuseppe Nicosia (nella foto), venuto a conoscenza dell´episodio, ha proposto al dirigente dell´Ufficio Personale, Gloria Bonifazio, la sospensione dell´impiegato. "E se dovesse essere confermata la gravità del fatto- dice Nicosia- proporrò anche il licenziamento".

La villa comunale teatro del "fattaccio"