Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:44 - Lettori online 1563
VITTORIA - 03/08/2014
Cronache - La polizia denuncia 3 agricoltori

"Segnali di fumo" a Vittoria, ma non si tratta di indiani!

I servizi straordinari predisposti dal questore Giuseppe Gammino hanno dato buoni risultati Foto Corrierediragusa.it

Non sono indiani che comunicano con i segnali di fumo, ma agricoltori che bruciano all’interno delle loro aziende rifiuti plastici di varia natura (teli per la copertura delle serre, contenitori di prodotti per l’agricoltura come i famigerati vasetti in polistirolo usati per la germinazione delle piantine etc.) che vengono spesso occultati sotto uno strato di materia vegetale, dando luogo ad episodi di inquinamento atmosferico e determinando una situazione di rischio per la salute pubblica. Per il codice penale bruciare plastica e polistirolo è reato, perché le fumarole inquinano l’ambiente e minano la salute della gente. Tant’è che il Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica ha deciso di incrementare sia le attività di prevenzione ed informazione, tramite le Associazioni di categoria, ma anche la predisposizione di attività di controllo del territorio in via preventiva e di repressione per il fenomeno delle fumarole abusive.

I servizi straordinari predisposti dal questore Giuseppe Gammino, infatti, hanno dato buoni risultati. La Polizia di Vittoria ha informato ben 10 titolari o conduttori di aziende agricole presso le quali erano stati individuati cumuli di rifiuti vegetali; mentre 3 vittoriesi di 64 anni, 54 anni e 42 anni sono stati denunciati alla Procura della Repubblica per illecito smaltimento di rifiuti speciali.