Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 178
VITTORIA - 23/07/2014
Cronache - Colti sul fatto un 16enne e un 17enne

Ladri di motorini a Scoglitti: presi 2 minorenni dai militari

Al termine delle formalità di rito, i due giovani sono stati condotti al Centro di Prima Accoglienza di Catania Foto Corrierediragusa.it

Rischiava di diventare la piaga dell’estate 2014 quella dei furti dei motorini nella frazione rivierasca di Scoglitti, ma i carabinieri di Scoglitti hanno immediatamente messo un freno al fenomeno. Al termine di uno specifico servizio di controllo del territorio i militari hanno sorpreso due giovani che tentavano di rubare un "Piaggio Liberty" parcheggiato in via Amalfi, mediante la rottura del quadro chiavi e del bloccasterzo. Alla vista dei militari, i due giovani si davano alla fuga a bordo di un altro "Liberty", di proprietà di uno dei due, cercando di eludere il controllo da parte dei militari, ma venivano prontamente raggiunti ed identificati.

Alla luce della loro condotta, i due minorenni gelesi di 16 e 17 anni, di cui uno incensurato ed un altro con precedenti di polizia, venivano immediatamente condotti nella caserma di via Plebiscito e sottoposti a perquisizione personale e veicolare, venendo trovati in possesso di 32 viti autofilettanti e una metà di una molletta in legno del tipo utilizzato per stendere i panni, ovvero i loro "ferri del mestiere". Infatti, le viti vengono utilizzate per asportare motocicli mediante la rottura del quadro chiavi e bloccasterzo, mentre le mezze mollette vengono inserite nel quadro chiavi avviamento motori per fare da commutatore per l’accensione del motore.

Al termine delle formalità di rito, i due giovani sono stati condotti al Centro di Prima Accoglienza di Catania a disposizione dell’Autorità Giudiziaria per i Minorenni davanti la quale dovranno rispondere di tentato furto aggravato in concorso.