Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 13:05 - Lettori online 753
VITTORIA - 22/06/2014
Cronache - Pare che tra vittima ed aggressore intercorresse rancore da tempo

Accoltellato alla mano un disabile

Per motivi che la Polizia sta cercando di accertare, G.S. è stato ferito alla mano ed è stato giudicato guaribile in 10 giorni
Foto CorrierediRagusa.it

Accoltellamento ieri mattina a Vittoria nella centralissima via Cavour, angolo via Dei Mille. Per motivi che ancora non sono noti, verso le 11 un giovane ha estratto un coltello e ha colpito alla mano G.S., affetto da disabilità mentale, che subito dopo è stato soccorso e trasportato in ospedale con il servizio del 118. I medici hanno riscontrato una marcata ferita alla mano guaribile in 10 giorni. La vittima non è quindi assolutamente in pericolo di vita. Sul movente che ha generato l’episodio criminoso non si sa ancora molto. Il giovane accoltellatore è il figlio di un ex vigile urbano andato in pensione più di un decennio fa con il grado di maresciallo. Pare che tra vittima ed aggressore intercorresse rancore da tempo. Sul luogo dove si è verificato il fatto di sangue (foto) è intervenuta la polizia, che ha individuato l’accoltellatore, rimasto in zona, dopo essersi liberato del coltello poi ritrovato dagli agenti. L´uomo è stato subito sottoposto ad interrogatorio e condotto in commissariato. Gli inquirenti stanno accertando i motivi che hanno generato il fatto che ha turbato in qualche modo il centro storico di Vittoria.

Ancora non si conoscono i provvedimenti che saranno presi a carico dell´aggressore, a carico del quale comunque scatterà la denuncia. Non è escluso che l´aggressore abbia colpito la vittima con l´intenzione di ucciderlo, magari in preda all´ira, dal momento che avrebbe sferrato il fendente all´addome, che non è stato leso giacché il disabile ha parato il colpo con la mano, non a caso trapassata dalla coltellata.