Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 971
VITTORIA - 05/06/2014
Cronache - Sorprendente risultato dalle perquisizioni agli automobilisti

Mazze e pistole sequestrate in auto

Tutte le armi, proprie ed improprie, idonee a realizzare condotte violente, sono state sequestrate Foto Corrierediragusa.it

Automobilisti violenti: mazze e pistole sequestrate dalla polizia durante i controlli anticrimine sulle strade. Ordinaria follia? Il sorprendente risultato è saltato fuori dalle perquisizioni in auto nell´ambito dei controlli anticrimine. In due distinte operazioni sono state sequestrate una pistola Revolver calibro 8 perfettamente efficiente, priva di matricola e di iscrizione al Catalogo Nazionale delle Armi, pertanto da considerarsi clandestina, una mazza in legno della lunghezza di un metro ed un altro in alluminio della lunghezza di 50 cm ed un ulteriore mazza in ferro della lunghezza di 60 cm con impugnatura in gomma. Nel primo episodio la pattuglia di Polizia ha notato due pregiudicati appiedati uno, tra l’altro, sorvegliato speciale di Pubblica Sicurezza, che, alla loro vista, hanno allungato il passo per eludere l’eventuale controllo. Gli agenti non li hanno mollati e subito dopo li hanno individuati su un’autovettura condotta da una donna in compagnia della sorella. E’ scattato immediatamente il controllo e sulla tasca posteriore del sedile di guida è stato rinvenuto il revolver. Poi sul cofano posteriore le due mazze. La conducente e proprietaria dell’auto, con precedenti di Polizia, assumendo la responsabilità del possesso delle armi non ha fornito giustificazioni.
Le armi sono state sequestrate e la donna, B.S. vittoriese di 29 anni ed il sorvegliato speciale V.G., vittoriese di 55 anni, denunciati in stato di libertà all’autorità giudiziaria. La prima per il porto di armi clandestine ed oggetti atti a recare offesa alla persona, il secondo per violazioni delle prescrizioni relative alla misura di prevenzione cui è sottoposto.

L’altro episodio si è verificato invece in piena notte, quando alcuni cittadini hanno rilevato la presenza sospetta di una persona a bordo di un veicolo in via Leopardi. Le segnalazioni al 113 hanno allertato le pattuglie che sono intervenute trovando su un automobile un vittorise di 22 anni, M. D. che al controllo si è mostrato nervoso ed insofferente tanto da indurre gli Agenti ad un controllo più approfondito che ha permesso di rinvenire tra i sedili anteriori del mezzo di trasporto, un mazza in ferro della lunghezza di 60 cm rivestito con del nastro in gomma al fine di migliorarne l’impugnatura.
Il giovane è quindi stato denunciato all’autorità giudiziaria in stato di libertà per porto abusivi di armi o strumenti atti ad offendere. Infatti lo stesso all’atto del controllo non dava giustificazioni circa il possesso dell’arma impropria tenuta in modo che potesse averne immediata disponibilità.

Tutte le armi, proprie ed improprie, idonee a realizzare condotte violente, sono state sequestrate.