Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:21 - Lettori online 1033
VITTORIA - 19/04/2014
Cronache - Manette della Polizia per Massimo Favata

E´ ai domiciliari ma compie rapina al supermercato

Il bottino raccolto era cospicuo: mille 800 euro Foto Corrierediragusa.it

E’ agli arresti domiciliari, non è in condizioni fisiche ottimali, ma riesce a programmare e a compiere una rapina al supermercato. Ubicato a due passi da casa sua. Massimo Favata (foto) colpisce ancora! Forse ha battuto il record per numero di arresti e scarcerazioni. La sera del Venerdì Sabato ha compiuto la sua ultima impresa, una rapina andata a buon fine, ma in nottata è andato a dormire in carcere. Le vittime della rapina al supermarket di via Della Resistenza, il titolare e i clienti, hanno notato che mentre si muoveva e chiedeva i soldi al cassiere sotto la minaccia di un taglierino col manico di colore arancione, che la figlia gli aveva comprato in un altro market di via Roma nel pomeriggio, l’uomo dal volto travisato zoppicava vistosamente. Indizi importanti che hanno consentito alla Polizia e alla Squadra mobile di raggiungerlo in serata nell’abitazione dove stava comodamente in pigiama dopo avere arraffato 1.800 euro. Gli agenti hanno trovato in casa, non molto distante dall’esercizio pubblico preso di mira, gli stessi indumenti indossati per la rapina e una bicicletta nel sottoscala con la quale Favata nel pomeriggio aveva perlustrato la zona prima di compiere l’azione malavitosa.

Massimo Favata, 39 anni, non ha bisogno di presentazioni. Nel suo palmares malavitoso non manca quasi nulla riguardo all’attività microcriminale. E’ un pluripregiudicato che entra ed esce dal carcere, e ora dagli arresti domiciliari, a velocità impressionante per reati contro la persona, il patrimonio, stupefacenti. E’ sorvegliato speciale di Pubblica sicurezza con obbligo di soggiorno nel comune di Vittoria, in atto sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari in ordine ad una serie di reati contro il patrimonio. Deve rispondere del reato di rapina pluriaggravata, del reato di evasione e di porto in luogo pubblico di oggetti atti ad offendere.