Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 667
VITTORIA - 31/03/2014
Cronache - Attimi di terrore mentre i 2 coniugi facevano una passeggiata sul lungomare a Scoglitti

Maresciallo e la moglie accerchiati dai randagi

Tutto è cominciato dall’abbaiare di un piccolo che ha richiamato un pastore tedesco e altri bastardi i quali hanno messo paura alla coppia, pronta a scendere in spiaggia e a tuffarsi in acqua in caso di pericolo. Il caso oggetto di un esposto al Comune
Foto CorrierediRagusa.it

Pericolo cani randagi a Scoglitti. Due coniugi se la sono vista brutta sul lungomare Lanterna (foto) verso le 9,30 di lunedì mentre erano intenti a fare una passeggiata mattutina, come molte persone fanno, di qualsiasi età e sesso, per mantenere un po’ di forma e combattere la vita sedentaria.
Protagonista dell’avventura, per fortuna finita senza gravi conseguenze, un sottufficiale dell’Arma dei Carabinieri che fa servizio a Ragusa e la moglie. Giunti all’altezza dell’hotel Mida, i due si sono visti accerchiare da 8-10 cani randagi ringhianti. «Confesso che abbiamo avuto paura- dice il maresciallo- tutto è cominciato dall’abbaiare di un cane di piccole dimensioni e nel giro di pochi minuti ci siamo visti davanti una decina di cani randagi di media e grande taglia, fra cui un pastore tedesco, un bastardo ed altri ancora. L’istinto mi ha consigliato di stare calmo e di non fare movimenti bruschi, di scendere verso la spiaggia e nel caso fossimo stati seguiti di tuffarci addirittura in acqua. Poi i cani si sono allontanati e la paura è passata. Farò un esposto, c’è da intervenire subito prima che si verifichi la stessa tragedia di Scicli o di altri posti. Penso alle tante donne sole che amano passeggiare o correre in orari mattutini, quando sul lungomare c’è poca gente. Altre persone mi hanno segnalato la stessa paura per la presenza di randagi pericolosi, ma finora non s’è mossa foglia. E’ il caso che chi di competenza adesso intervenga».

Il sottufficiale dei Carabinieri nelle prossime ore informerà il Comando provinciale, dove presta servizio, e protocollerà di sicuro un esposto al Comune di Vittoria per informare dell’accaduto i responsabili affinché si elimini il più presto possibile il pericolo randagismo sul lungomare di Scoglitti e dintorni, che tanta paura ha già provocato nella zona.


non basta....
01/04/2014 | 10.28.11
gianni

mi dispiace ma non basta l´esposto al Comune... perchè qualcuno intervenga ci deve scappare il morto! ricordatevi che siamo nella repubblica delle banane e dell´ipocrisia...!