Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 893
VITTORIA - 12/02/2014
Cronache - I funerali sono stati celebrati alla presenza di molti esponenti politici e del sindaco

E’ scomparso Rosario Fiorellini, storia del Pci

Dipendente comunale al servizio dei dipendenti, ma soprattutto esponente politico e sindacalista della Camera del lavoro
Foto CorrierediRagusa.it

Con la scomparsa di Rosario Fiorellini (nella foto giovanissimo durante la visita di Enrico Berlinguer a Vittoria), 83 anni, se ne vanno 60 anni di storia prima comunista e poi della sinistra di Vittoria. Il papà di Peppe Fiorellini, ex assessore, consigliere e presidente del Consiglio e suocero di Angelo Curciullo, ex sindaco di Vittoria, è stato esempio di coerenza, correttezza e punto di riferimento per molti giovani iscritti al Pci prima, al Pds, ai Ds e al Pd ora.

Quando firmò la prima tessera per entrare nel Pci, nel 1949, aveva solo 18 anni, e durante la sua militanza di battaglie ne ha fatte tante per servire i valori in cui ha sempre creduto, anche quando ha dovuto prendere decisioni dolorose e schierarsi per un esponente piuttosto che un altro. Era molto legato al senatore Filippo Traina, che a Vittoria viene ricordato come modello di lealtà e onestà politica, e a Giuseppe Caruano, ex sindaco e papà dell’attuale assessore Gianni Caruano.

Super votato nelle elezioni dei consigli di quartiere, proprio perché il suo credo era servire la gente, risolvere i problemi che nascevano nel quartiere. E’ stato sulla scena politica fino al 2009 con la coerenza di un uomo di sinistra ormai desueta, poi s’è fatto da parte, anche perché l’incalzante malattia ha cominciato a corrodere la sua scorza dura, di quelle scorze divenute sempre più rare.

I funerali di Rosario Fiorellini si sono svolti martedì mattina alla presenza di tanti amici, ma soprattutto ex compagni di partito, di esponenti politici e del sindaco Giuseppe Nicosia. Non solo un politico, ma anche un sindacalista della Camera del Lavoro, della Cgil, un sostegno per i tanti dipendenti comunali suoi colleghi di lavoro.