Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 9:49 - Lettori online 1160
VITTORIA - 06/02/2014
Cronache - In contrada Case Serre, Macconi e Dirillo-Recinto

Furti campagne: denunciate 3 persone, recuperata refurtiva

I carabinieri hanno denunciato due romeni e un vittoriese autori di raid nelle campagne della fascia costiera
Foto CorrierediRagusa.it

Due romeni e un vittoriese sono stati denunciati dai Carabinieri di Acate nell’ambito di controlli finalizzati alla repressione contro i furti nelle campagne della zona agricola di contrade «Case Serre», «Macconi», «Dirillo-Recinto» e di tutta la fascia costiera compresa tra il mare e la provinciale Scoglitti-Gela.

Sulla base delle direttive impartite dal Comitato Provinciale per l’Ordine e Sicurezza presieduto dal Prefetto di Ragusa, nelle ultime 24 ore, sono state impiegate 10 pattuglie e 20 carabinieri per setacciare il territorio interessato dai raid che hanno depredato abitazioni e aziende agricole del posto.

Nel corso dei servizi, i militari della Compagnia di Vittoria hanno intercettato e deferito in stato di libertà: un vittoriese 35enne residente ad Acate, convivente, nullafacente, pregiudicato, in atto sottoposto al regime degli arresti domiciliari, poiché veniva trovato in compagnia di altri pregiudicati in violazione del provvedimento del tribunale; un rumeno 23enne, residente ad Acate, celibe, bracciante agricolo, incensurato, poiché trovato in possesso di un carrello per trasporto cassette, oggetto di furto denunciato il 23 gennaio 2014 presso la Stazione CC di Acate da un imprenditore agricolo vittoriese; un rumeno 30enne, residente a vittoria, coniugato, nullafacente, pregiudicato, in atto affidato ai servizi sociali.

Denunciato anche altri due romeni di 34 e 32 anni, residente ad Acate, poiché sorpresi alla guida dell’autovettura Opel Astra, priva della copertura assicurativa, intestata al primo, il quale risultava altresì privo della patente di guida perché mai conseguita. Nella macchina c’erano 7 taniche con residui di carburante, 2 coltelli, 2 martelli e 2 forbici per il cui possesso non erano in grado di fornire alcuna giustificazione, il tutto sottoposto in sequestro.