Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 797
VITTORIA - 03/01/2014
Cronache - E’ successo in via Gaeta angolo via Fanti

Crolla solaio in casa, salvi 2 coniugi

E’ stata avviata indagine per accertare eventuali responsabilità del titolare della casa molto malandata
Foto CorrierediRagusa.it

Un tonfo secco in piena notte e poi la consapevolezza di essere scampati alla morte per un soffio. Dal sonno alla paura è stato un attimo per due coniugi pensionati ultra 60enni che si sono visti crollare sulle loro teste il solaio e parte del tetto della casa fatiscente di via Gaeta (foto) in cui abitavano in condizioni di semi indigenza. Marito e moglie si erano sistemati alla meglio nel corridoio a causa dell’umidità e degli spifferi della camera da letto e questo ha salvato loro la vita. Entrambi i coniugi sono usciti illesi dal crollo, anche se la donna, peraltro diabetica, è stata comunque ricoverata in ospedale per accertamenti dopo il malore causato dallo shock. Sono stati i vigili del fuoco, chiamati dai residenti, a farsi largo tra i calcinacci per liberare i due spaventati coniugi poco dopo il crollo del soffitto, come racconta un vicino di casa, secondo cui il crollo era prevedibile da tempo, viste le condizioni precarie della casa.

I due anziani coniugi, che vivono con una pensione minima che basta a malapena per il cibo, abitavano da anni in quella casa poco sicura e simile ad un tugurio. Quella stessa abitazione che hanno dovuto abbandonare perché dichiarata inagibile. La donna è stata dimessa dall’ospedale in tarda serata e ha raggiunto il marito in una casa famiglia dove resteranno ospiti.

E’ stata intanto avviata indagine per accertare eventuali responsabilità del titolare della casa molto malandata e quindi bisognosa di manutenzioni particolari per avere i requisiti dell’agibilità.