Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 0:33 - Lettori online 646
VITTORIA - 09/12/2013
Cronache - Un fenomeno allarmante e preoccupante che mette a rischio tutti

A Vittoria si circola senza assicurazione!

Sanzione di 841 euro a chi è scoperto e macchina sequestrata. Ma il giorno dopo circola regolarmente fino a nuova infrazione
Foto CorrierediRagusa.it

Assicurazione mezzi di circolazione, un disastro per tutti. Assume le proporzioni di un fenomeno in forte espansione e di grande allarme sociale. A Vittoria, come in altre parti d’Italia, la percentuale di veicoli senza copertura assicurativa è altissima. Senza contare le altre infrazioni rilevate da Polizia stradale, Carabinieri, Guardia di finanza e Polizia locale, gli ultimi controlli effettuati dagli agenti del Commissariato di Vittoria rilevano che su 45 mezzi controllati ben 15 sono risultati sprovvisti di assicurazione. Di questi, 8 non erano stati revisionati entro i termini ed addirittura due persone conducevano i veicoli senza patente di guida.

Un dato che fa riflettere e mette al centro del fenomeno l’onesto cittadino, pedone o conducente di qualsiasi veicolo che per sfortuna venisse coinvolto in un incidente stradale con uno di questi contravventori: chi risarcirebbe danni subiti dai mezzi, eventuali feriti o addirittura morti a causa di incidenti stradali? Un fenomeno che le forze politiche devono assolutamente affrontare per garantire gli onesti che a questo punto diventano soggetti deboli e indifesi. A tal fine la Polizia continuerà ed intensificherà i controlli nei prossimi giorni.

L’assicurazione per la responsabilità civile delle auto (detta R.C.A.), è obbligatoria proprio al fine di tutelare le vittime degli incidenti stradali affinché possano usufruire di un risarcimento per i danni, materiali e fisici patiti. A conferma dell’importanza dell’obbligatorietà dell’’ «assicurazione», il fatto che sino al 1989 porre in circolazione un veicolo sprovvisto di assicurazione per la R. C. era un illecito sanzionato penalmente con l’ammenda. Quindi il contravventore veniva denunciato all’Autorità Giudiziaria e subiva un processo penale.

Oggi, in base a una delle tante leggi di «Pulcinella» italiane, chi viene fermato senza assicurazione va incontro a una sanzione di 841 euro, ridotto del 30% se paga entro 5 giorni. Il mezzo viene sequestrato e condotto col carro attrezzo nel garage del proprietario del mezzo. Che può, in barba all’attuale legge, rimetterlo in circolazione il giorno dopo sperando di non essere di nuovo fermato dalle forze dell’ordine. Il dissequestro avviene solo dopo l’avvenuto pagamento dell’ammenda, anche rateizzata. Domanda: chi circola senza assicurazione perché non ha i soldi per pagarla, dove trovare quelli per pagare la sanzione?