Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:01 - Lettori online 1398
VITTORIA - 15/11/2013
Cronache - Manette per Michele Castellino, finora mai noto per reati di droga

Droga: cane "fiuta" un lavaggista

Ad agire il cane antidroga Ivan Foto Corrierediragusa.it

Duecentoquindici grammi di marijuana, suddivisa in 19 involucri li aveva dentro il cruscotto del lato guida della sua Toyota Yaris e sotto una buca fatta sul pavimento ben coperta dalla lavatrice; 3 grammi e mezzo di cocaina, suddivisa in 7 dosi, li custodiva nel giubbotto dentro la camera da letto. A scoprire la «roba» ancora il cane Ivan, che i carabinieri hanno ribattezzato l’infallibile. Per detenzione di droga a fini di spaccio, è stato arrestato il lavaggista Michele Castellino, mai segnalato prima d’ora per droga. E’ stato arrestato e subito ammesso ai domiciliari. Allunga la contabilità tenuta dai carabinieri: è il 49esimo arresto per droga effettuato dai militari dell’Arma dal gennaio del 2013.

Al di là del fatto di cronaca, per i carabinieri è un altro il dato allarmante e preoccupante. La ricomparsa della «cocaina» sul mercato ipparino. Prima di questo caso, l’ultimo sequestro di cocaina risale all’estate scorsa, quando i Carabinieri della Compagnia di Vittoria trassero in arresto un vittoriese trovato in possesso di circa 40 grammi della sostanza bianca.

I costi della cocaina -rivelano i militari dell’Arma - variano di nazione in nazione, di città in città. La cocaina può costare un dollaro al grammo nel suo paese di origine (Colombia e Bolivia) e il prezzo raddoppiare ad ogni dogana superata. Secondo recenti stime, in Italia, il costo medio della cocaina al grammo si aggira intorno ai 65 euro al consumatore, mentre un Kg all´ingrosso si aggira intorno ai 33mila euro. La sostanza stupefacente sequestrata a Castellino è stata trasmessa al laboratorio di Sanità pubblica dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Ragusa, per le analisi del caso e definire l’effettiva composizione ed il numero di dosi ricavabili.