Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 663
VITTORIA - 05/05/2008
Cronache - Vittoria - In manette Antonio Rocchetta, vittoriese di 41 anni

Coca party in via Santoro, arrestato presunto pusher

Nell’insolito «festino» anche due minorenni, denunciati al Tribunale di Catania Foto Corrierediragusa.it

Nel «festino» della «snifferia» di via Santoro, a Vittoria, c’erano anche due minorenni di 16 anni, un ragazzo e una ragazza. La meglio gioventù, le nuove generazioni di domani, alla mercé di incalliti spacciatori senza scrupoli la cui vita è stata già bruciata da altre vicissitudini giovanili. Partecipavano al party organizzato dal presunto pusher Antonio Rocchetta (nella foto), 41 anni, pregiudicato di Vittoria, proprietario del sito di via Santoro. L’uomo è stato arrestato dagli agenti della Squadra mobile e del Commissariato di Vittoria per reato contro il patrimonio inerente agli stupefacenti. Poiché c’è l’aggravante dello spaccio e della cessione a minorenni, rischia da 3 a 6 anni di reclusione.

E’ stato un vero e proprio blitz cominciato allo scoccare della mezzanotte fra domenica e lunedì. L’irruzione è scattata quando gli agenti hanno bloccato un giovane da poco uscito dalla casa, il quale ha dichiarato di avere comprato coca per uso personale. In una delle stanze dell’abitazione, un tavolo con al centro un piatto ancora intriso di cocaina (tipo mannite), un bilancino di precisione, un frullatore con evidenti tracce di polvere bianca nelle lamelle e nelle pareti, vari utensili per il taglio e il confezionamento della «roba».

L’operazione ha avuto successo grazie all’appostamento dei poliziotti attorno alla casa. Verso la mezzanotte al civico di via Santoro c’era uno strano via vai di gente che incuriosiva molto. Uno dei giovani entrava nella casa ma all’uscita incappava nel controllo dei poliziotti che rovistavano il suo marsupio e trovavano un involucro di 0,50 grammi di cocaina da poco acquistata. Dentro l’abitazione, altre 6 persone compreso Rocchetta.

La grande e sconcertante sorpresa, per gli inquirenti, è stata la presenza di quei ragazzini insieme agli adulti che a notte fonda sniffavano, compravano e vendevano cocaina: la micidiale sostanza che annulla la personalità di chi l’assume, porta lentamente dentro il tunnel e che alla distanza può anche condurre alla morte.

A nulla sono valse le deboli giustificazioni di Rocchetta, riguardo a quell’appuntamento notturno nella sua casa. Quasi tutti avevano sniffato e le tracce della droga si trovavano dappertutto. In più c’era l’aggravante della presenza dei minori i quali hanno ammesso di avere sniffato poco prima su invito del padrone di casa.

L’uomo si trova adesso rinchiuso nel carcere di Ragusa a disposizione del sostituto procuratore Marco Rota. I giovani e i minori, tutti vittoriesi, sono stati segnalati alla Prefettura di Ragusa e al Tribunale dei Minorenni di Catania. Sono in corso indagini per individuare la piazza di spaccio della droga sequestrata.