Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 19:51 - Lettori online 987
VITTORIA - 30/04/2008
Cronache - Vittoria - Tolleranza zero contro chi inquina e deturpa l’ambiente

Inquinamento ambientale, denunciate 17 imprese

Gli imprenditori trasgressori denunciati alla Procura della Repubblica e sanzionate con multe da 206 a 15.500 euro Foto Corrierediragusa.it

La Polizia muncipale ha scoperto discariche abusive a Vittoria. Nell´arco degli ultimi mesi, il personale del Nucleo Tutela Ambientale, in collaborazione con i colleghi della sezione di Polizia Giudiziaria, avvalendosi dell´ausilio di moderne tecnologie di rilevamento e di indagine, hanno colto in flagranza di reato ben 17 titolari di imprese edili e/o artigiani, i quali incuranti delle pesanti sanzioni amministrative e/o penali continuavano imperterriti a scaricare rifiuti di ogni genere in terreni privati e lungo i margini di strade comunali e provinciali.

Il personale del comando diretti dal colonnello Giuseppe Piccione, hanno passato al setaccio l´intero territorio comunale al fine di salvaguardare sia l´ambiente che il decoro della nostra città. I controlli effettuati dai vigili spaziano dall´abbandono di rifiuti speciali (i cosiddetti sfabbriciti o materiali da demolizioni) al trasporto degli stessi senza i prescritti formulari, alla omessa tenuta dei registri di carico e scarico dei rifiuti sia da parte di privati che da parte di imprese.

I verbali elevati a carico delle 17 imprese variano da un minimo 206 ad un massimo di 15.500 euro, a seconda della tipologia della violazione alle norme previste dal decreto legislativo 152/2006. In alcuni casi più gravi e/o in presenza di rifiuti speciali e pericolosi (presenza di amianto, di materie plastiche ecc), gli imprenditori sono stati segnalati all´Autorità Giudiziaria per l´applicazione delle sanzioni penali. In tali circostanze a 5 imprenditori sono stati sequestrati gli autocarri per violazioni alle norme mentre a tutti è stato imposto il ripristino dello stato dei luoghi. Il comando di Polizia ha promesso pugno duro e tolleranza zero.