Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 2 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:28 - Lettori online 1160
VITTORIA - 13/09/2013
Cronache - Un nuovo caso di violenza domestica nel giro di un mese a Scoglitti

Botte e "sgabellata" alla moglie davanti ai figli: arrestato

Pugni, calci e anche il lancio di uno sgabello alla moglie dalla quale si sta separando

Lite in famiglia tra marito e moglie in fase di separazione alla presenza di 3 figli minorenni. I figli hanno assistito alla colluttazione dei genitori durante la quale il marito, un vittoriese di 40 anni, operaio agricolo, ha lanciato uno sgabello alla donna dopo averla colpita con schiaffi e pugni e minacciata di morte. L’uomo è stato arrestato dai Carabinieri di Scoglitti e messo ai domiciliari. E’ successo nella serata di giovedì.

La donna è stata condotta presso il Presidio territoriale di emergenza della frazione, dove i medici hanno riscontrato una contusione alla gamba destra e all’arto superiore sinistro, nonché uno stato d’ansia reattiva. Dalle indagini condotte dai militari, emerge che l’episodio si inquadra in un rapporto matrimoniale deterioratosi dallo scorso anno e che aveva già portato alla presentazione da parte della donna di una querela, nel febbraio scorso, nei confronti del marito per vari reati di violenza domestica. L’uomo è stato sottoposto agli arresti domiciliari presso la propria abitazione a disposizione dell’Autorità Giudiziaria iblea davanti la quale dovrà rispondere del reato di maltrattamenti in famiglia. Dopo l’accaduto, la moglie e i tre figli si sono trasferiti presso l’abitazione di un parente.

Si tratta del secondo arresto per maltrattamenti contro familiari o conviventi effettuato dopo l’approvazione del Decreto Legge approvato dal Consiglio dei Ministri l’8 agosto 2013 per la «Prevenzione e contrasto della violenza di genere», recante disposizioni finalizzate a rafforzare gli strumenti di prevenzione e repressione di alcune fattispecie delittuose consumate nel più ampio ambito della «violenza domestica». Lo scorso 31 agosto sempre i carabinieri avevano tratto in arresto un vittoriese di 28 anni, domiciliato a Vittoria, commerciante, poiché ritenuto responsabile di aver aggredito, all’interno di un bar di Scoglitti da lui gestito, la propria convivente.