Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:52 - Lettori online 742
VITTORIA - 05/09/2013
Cronache - Per tutti è scattata la denuncia della polizia

Botte tra 2 famiglie timorate di Dio: 8 in ospedale

I contendenti se le sono date di santa ragione per futili motivi

Quando i componenti di due normalissimi nuclei familiari timorati di Dio si trasformano in autentiche belve umane dandosele di santa ragione per futili motivi come nelle famigerate scazzottate di Bud Spencer e Terence Hill. Accade in un tranquillo quartiere residenziale tra le vie Torino e Fosse Ardeatine, alla periferia di Vittoria, dove otto persone sono finite in ospedale per lesioni, escoriazioni, rottura del setto nasale e scompenso cardiaco con prognosi fino a due settimane. Padre, madre e figli maschi e femmine tra impiegati, casalinghe, braccianti e studenti non hanno fatto economia di pugni, calci e urla sotto gli occhi di una bimba di cinque anni, che si è spaventata a morte per la rissa costata ai contendenti, oltre ai cerotti, pure la denuncia della polizia, intervenuta per sedare gli animi.

Il rancore tra le due famiglie, peraltro tutte case e chiesa, è montato giorno dopo giorno per banali dispetti e ripicche tra vicini: i cani che abbaiano di notte, l’acqua che gocciola dal terrazzo sull’auto parcheggiata in modo da impedire un agevole accesso alle abitazioni e qualche parola di troppo. La rissa è stata alla fine inevitabile, quasi liberatoria, come spiegato dai contendenti in commissariato. Adesso sono tornati tutti a casa, denunciati e incerottati, e magari pronti a porgere l’altra guancia.