Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 13:05 - Lettori online 783
VITTORIA - 13/04/2008
Cronache - Vittoria - L’omicidio sarebbe maturato per pochi spiccioli

Fermato il presunto assassino
del clochard romeno 33enne

Si tratta di un connazionale di 10 anni più giovane Foto Corrierediragusa.it

Quanto vale la vita di un uomo? Nel caso del romeno trovato cadavere in un casotto di contrada Cicchitto, meno di 20 euro.

E’ questo il motivo dell’omicidio del romeno Costel Adommnitei, assassinato da un suo connazionale di 23 anni, anch’egli barbone senza fissa dimora. La polizia ha posto sotto fermo d’indiziato di delitto il romeno Constantine Eftimie (nella foto), il presunto omicida. Sarebbe stato un teste ad inchiodarlo alle proprie responsabilità.

Stando a quanto accertato dai poliziotti, la vittima, il presunto carnefice e il teste si erano recati venerdì sera alla mensa di don Beniamino Sacco a Vittoria. Dopo aver mangiato e bevuto se n’erano andati alticci. Ma, sapendo che Costel era in possesso di una ventina di euro, il presunto assassino si era recato nel casotto per farsi prestare la somma.

Al diniego, è scoppiata la furia omicida: afferrato un pesante ceppo, l’assassino ha colpito alla testa Costel, fracassandogliela e lasciandolo agonizzante. Quando anche il teste si è a sua volta recato nella casupola per riposare, non si sarebbe accorto che Costel stava per morire, nonostante abbia trascorso la notte nello squallido casotto di sei metri quadrati assieme alla vittima. Solo l’indomani il teste ha visto il romeno in una pozza di sangue e ha chiamato la polizia. Dalle successive indagini si è giunti al fermo di Eftimie alla stazione, mentre questi stava per salire su un autobus diretto a Catania per far perdere le proprie tracce.

Foto Franco Assenza

Le fasi del prelievo del cadavere da parte della Polizia
Il rudere dove è stata effettuata la macabra scoperta Costel Adomnitei, la vittima Il ceppo utilizzato dall´assassino per colpire il romeno alla testa