Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:06 - Lettori online 1320
VITTORIA - 30/03/2013
Cronache - Il Mis denuncia un malcostume che nessuno vuole risolvere

Cani alla villa, terrore di adulti e bambini

Nonostante il cartello di divieto, ragazzini portano a spasso, pericolosamente, cani di grossa taglia senza museruola
Foto CorrierediRagusa.it

Davanti alla villa comunale c’è un cartello che indica il divieto d’accesso ai cani sprovvisti di museruola e guinzaglio (foto). Ma è un cartello senza valore, perché i cani di piccola, media e grande taglia, entrano ugualmente in barba ai controllori che evidentemente non vedono o fanno finta di non vedere.

Il Mis (Movimento indipendentista siciliano) invece vede e provvede a denunciare il malcostume non solo vittoriese, se questo ci può confortare. I cani vanno a spasso facendo i bisogni fisiologici a terra e terrorizzando i passanti. Alla villa può capitare che un cane senza museruola possa aggredire un passante che passeggia o uno sportivo che fa corsetta.

«Diverse settimane fa- scrive il movimento- abbiamo fatto presente tramite i giornali locali ed i social network, la situazione di possibile e grave pericolo e di disagio dei genitori e bambini che si recano alla villa comunale. A nulla è servito il nostro invito ad una maggiore attenzione nel portare i cani di taglia grossa e di razze potenzialmente pericolose con la museruola, e per lo più nella zona dei giochi per bimbi dove ogni genitore vorrebbe stare tranquillo i lasciare correre e giocare il proprio figlio.

Riceviamo tante segnalazioni e foto fatte a ragazzi ed adulti, ma spesso minorenni, che anzi in barba al cartello all´ingresso della villa che vieta l´entrata a cani senza museruola fanno a gara in maniera spocchiosa a chi ha il canne più grosso e forte che più tira il padrone al guinzaglio.

Abbiamo ingenuamente pensato che dare evidenza pubblica avesse fatto smuovere qualcuno di dovere, qualcuno che dice di rappresentarci in tutti gli ambiti e le pertinenze, ma ad oggi abbiamo prova che così non è. Volevamo e vorremmo tolleranza zero principalmente in certi punti della villa, ed invece i cittadini ottengono attenzione zero, zero controlli, e zero repressione. A questo punto i cittadini vogliono sapere da chi ci amministra: è possibile andare a passare qualche ora tranquillamente alla villa comunale senza correre rischi di questa natura? Possiamo considerare la villa un luogo sicuro è controllato? I Vittoriesi attendono risposta».


e basta...
31/03/2013 | 10.52.34
gianni

ai giardini pubblici non si può andare perchè ci sono i cani con padrone, nelle campagne non si può più andare perchè ci sono i cani senza padrone... e basta con questi cani!