Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:04 - Lettori online 1444
VITTORIA - 19/03/2013
Cronache - Degenera la situazione nella struttura mercatale di Vittoria

Scazzottata al mercato, ferito commissionario

Fra i motivi dell’alta tensione, la presenza di acquirenti romeni che comprano merce in partenza per la Romania. Pesante accusa del presidente dei Commissionari Giombarresi: «Non ci sono regole e neanche controlli di vigili urbani e forze dell’ordine»
Foto CorrierediRagusa.it

Giornata turbolenta al mercato ortofrutticolo di Vittoria. Un commissionario e un altro soggetto che gravita nell’ambiente mercatale si sono picchiati di santa ragione, tanto che il commissionario avrebbe fatto ricorso al Pronto soccorso di Vittoria per le cure del caso e per farsi refertare. E’ successo nella giornata di martedì proprio mentre era in corso la quotidiana attività di compravendita fra acquirenti e venditori.

All’origine della lite, la presenza di commercianti romeni che acquistano primaticci da trasportare con i tir in Romania. In fatto grave che ha creato preoccupazione fra gli operatori mercatali e i Vigili urbani che stanno indagando sull’accaduto. In molti hanno visto ma quasi nessuno vuole raccontare i particolari: fra chi sono volati i cazzotti e per quali motivi si è arrivati alle mani. Eppure qualche indiscrezione trapela.

L’episodio ha fatto scattare l’ennesima denuncia forte e grave dei concessionari ortofrutticoli. «Esigiamo subito chiarezza, rispetto delle regole e sicurezza da parte dei concessionari, ma anche di operatori acquirenti e produttori. Per questo, pur riconoscendo l’impegno dell’Ente gestore, della Direzione Mercati e di «Vittoria Mercati», per tutti i lavori già eseguiti di manutenzione della struttura mercatale oltre alla videosorveglianza che riteniamo di primaria importanza, tuttavia, siamo preoccupati e ci corre l’obbligo denunziare alcune carenze che riteniamo sono diventate gravi e pericolose». Questo si legge nella nota a firma di Filippo Giombarresi, presidente dell’Associazione concessionari del mercato ortofrutticolo dopo i fatti accaduti ieri mattina.

Il presidente lamenta «l’assenza di vigili urbani e forze dell’ordine all’interno della struttura». Struttura che, ricordiamolo, ha subito diversi blitz da parte della Guardia di finanza per indagini, ancora aperte, relative all’assegnazione delle licenze dei box e alla solita problematica della doppia attività.
Giombarresi torna a proporre i 5 punti essenziali di cui necessita la struttura per risolvere le problematiche ancora irrisolte. Primo, censimento e relativo accreditamento di acquirenti e rappresentanti per il Mercato Ortofrutticolo di Vittoria; secondo, regolamentazione di venditori, acquirenti e rappresentanti nel Mercato Ortofrutticolo; terzo, operatori abusivi, acquirenti e venditori operanti al Mercato; quarto, controllo ingressi con sistemi automatizzati al Mercato di Vittoria; quinto, controlli con personale qualificato delle operazioni mercatali e della viabilità interna al mercato di Fanello.

La richiesta di ieri segue il documento di denuncia del 27 dicembre 2012, sicuramente rimasto lettera morta, se è vero che Giombarresi riafferma che «nulla è cambiato in merito alle nostre richieste». Insomma, si ha l’impressione che della struttura ci si occupi solo a parole e non a fatti. «Le leggi e i regolamenti scritti- denuncia Giombarresi- devono essere fatti rispettare, questo ci attendiamo, ma ad oggi, questo, è stato disatteso, tanto che la struttura sembra abbandonata a se stessa per la totale assenza di Polizia municipale o forze dell’ordine. L’Associazione concessionari di Vittoria ritiene doveroso richiamare, ancora un volta, l’attenzione su questa struttura di grande peso economico, per le rispettive competenze, per intervenire e incidere in maniera urgente e perentoria, con gli strumenti occorrenti».

Nella foto in alto, il comandante Cosimo Costa al mercato con il sindaco Nicosia e Filippo Giombarresi il primo a destra