Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 544
VITTORIA - 16/03/2013
Cronache - Maltempo, un disastro a Scoglitti all’altezza di via Copenaghen

Crolla il lungomare vicino Baia Dorica

Protezione civile e Vigili urbani hanno transennato il tratto interdetto e bloccato il traffico Foto Corrierediragusa.it

Il mare di Scoglitti inghiotte un pezzo di lungomare Lanterna (foto) a 300 metri da Baia Dorica. Esattamente all’altezza di via Copenaghen la furia del maltempo che da due giorni non dà tregua alla costa ha sventrato la strada creando una sorta di caverna che arriva fino a metà carreggiata. Fortunatamente quando l’asfalto ha ceduto, dal lungomare non passava nessuno, altrimenti la vettura avrebbe fatto un volo di circa 5 metri finendo direttamente fra le onde violente.

Sul posto del disastro si sono portati gli agenti della Polizia municipale coordinati dal comandante Cosimo Costa e il personale della Protezione civile comunale diretti dal responsabile Tonino Licitra. Tutto il tratto interessato, sia lato Baia Dorica, sia lato Scoglitti, è stato transennato per impedire il transito a mezzi di locomozione e pedoni, con il rischio di finire in mare.

Un grave danno per la frazione marinara vittoriese, una delle più colpite in questa terribile settimana di maltempo. Ieri è stato sommerso dall’acqua del mare e del fiume Ippari il ponticello di Cammarana; adesso è toccato al lungomare Lanterna, 3 chilometri in tutto da Costa Fenicia fino al porto. Alle prime luci dell’alba i tecnici e gli operai del Comune dovrebbero iniziare i lavori di monitoraggio del danno favoriti dalle condizioni metereologiche che stando alle previsioni per fortuna dovrebbero migliorare.

«Il tratto di lungomare interessato- afferma Licitra della Protezione civile- è impraticabile. L’acqua del mare ha aperto una specie di caverna fino a metà della carreggiata. L’asfalto in pendenza potrebbe cadere da un momento all’altro. La strada dovrà essere chiusa al transito per consentire i lavori di messa in sicurezza».

NEVICATA DI PRIMAVERA E IL FIUME IPPARI STRARIPA
Una sottile coltre di neve ha imbiancato stamani buona parte della provincia iblea. Di buon mattino Ragusa, le zone montane e buona parte del territorio vittoriese sono state imbiancate dalla neve. Già a metà mattinata però la neve era già stata sciolta dal sole che ha subito lasciato il posto a vento, pioggia e grandine.

Intanto il maltempo flagella la costa ipparina. Il forte vento ha provocato molti disagi, ma per fortuna nessun danno a persone. Nel tardo pomeriggio, quasi all’imbrunire, le onde del mare sono arrivate fino al lungomare facendo alzare di circa 60 centimetri il livello del fiume Ippari sul ponticello della foce di Cammarana. Per le macchine in transito da e per Santa Croce e Scoglitti, quel tratto è diventato una trappola micidiale. Il mare, molto mosso, ha sommerso la strada e il ponte facendo straripare anche il fiume dagli argini.

Diverse vetture sono rimaste in panne, una Opel Astra diesel è stata tirata fuori dal fiume dal personale della Protezione civile comunale coordinata da Tonino Licitra. Il conducente dell’Astra, un uomo di Scoglitti che stava rientrando a casa, è riuscito a mettersi in salvo tirandosi fuori dall’abitacolo ormai pieno di acqua fino a 50 centrimetri d’altezza.

I vigili urbani, coordinati dal comandante Cosimo Costa, hanno provveduto a bloccare il traffico e a transennare i due ingressi che danno sul ponticello provenendo dal museo di Kamarina e da Scoglitti. Per tutta la serata gli agenti della Polizia municipale sono rimasti sul posto per controllare che nessun automobilista commetta l’imprudenza di attraversare il ponticello di legno ormai sommerso dall’acqua del fiume e del mare.