Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:17 - Lettori online 776
VITTORIA - 18/02/2013
Cronache - Oltre all’arresto, anche una denuncia per Salvatore Delacroce

Incompatibile con il carcere, ma idoneo per fare rapine

Prima di rapinare il panificio e razziare 120 euro, il modicano aveva tentato il colpo alla parafarmacia (già rapinata il 24 luglio 2012), fallito per le urla della titolare
Foto CorrierediRagusa.it

Lo stato di salute di Salvatore Delacroce (nella foto immortalato durante il tentativo di rapina) è incompatibile con il sistema carcerario, ma idoneo per commettere rapine in serie. Appena ha il tempo e l’occasione di evadere dalla comunità vittoriese dove dovrebbe scontare le condanne inflitte, si reca in città e prende di mira parafarmacie e panifici. La polizia lo arresta, grazie anche alle immagini delle telecamere che lo inchiodano mentre compie l’impresa malavitosa, poi rientra in comunità e lui puntualmente ci riprova appena trova un varco libero per evadere. Una sorta di «guardie e ladri» versione «terzo millennio». Uno spreco di lavoro, tempo, energie e soldi per le spese legali tutte a carico dello Stato.

La prima rapina alla parafarmacia di via Diaz, Delacroce l’aveva commessa il 24 luglio 2012: subito arrestato e subito scarcerato per andare in comunità. L’ultima bravata (speriamo non succeda mai qualcosa di molto grave), l’ha commessa sabato scorso. E’ di nuovo fuggito dalla comunità, prima è andato a rapinare la solita parafarmacia alla quale è affezionato, stavolta senza successo perché la titolare s’è messa a urlare facendo fuggire il malvivente. Per soddisfare l’istinto represso della rapina, Delacroce ha preso di mira un panificio e con la minaccia di un coltello da cucina, ha sottratto 120 euro al panificatore.

La fuga è durata poco, perché ormai i poliziotti conoscono persino i suoi movimenti e sanno dove andarlo a riprendere. E’ stato arrestato e ricondotto in carcere. Adesso il Commissariato rende nota la notizia che oltre all’arresto ha notificato anche una denuncia per la tentata rapina alla parafarmacia. Chissà quando sarà l’ultima!